Camera 237 – The Lie And The Escape

Data: 2 febbraio 2018 |

Album Information

Camera 237 – The Lie And The Escape

Quarto album per i Camera 237. The Lie And The Escape, prodotto da La Lumaca Dischi, si compone di sette brani caratterizzati da uno stile noise e post rock. Il pop rock condisce i toni di un sound in cui la voce vuole essere protagonista dell’intreccio comunicativo.

I Camera 237 sono quattro musicisti di Cosenza con la predisposizione verso il romanticismo. Il loro rock è espressione di una interiorità tormentata con la passione per i voli pindarici. The Lie And The Escape è il frutto di un lavoro realizzato in un contesto di isolamento. La band, infatti, si è rifugiata in una villa sull’area montana della Sila con lo scopo di raggiungere l’equilibrio e l’ispirazione necessaria per poter realizzare il giusto risultato discografico. La partecipazione a festival quali Neapolis e Ypsigrock ha permesso al gruppo di intraprendere la strada che va verso la maturità artistica espressa nella capacità della performance live. La produzione di Andrea Suriani (già produttore di Cosmo e Calcutta) rappresenta la spinta da ricevere per poter auspicare l’affermazione a livello nazionale.

I Will Know è una ballata condotta dai suoni della batteria e della chitarra. Nel ritornello il ritmo monotono si infrange per espandersi verso musicalità estese. La voce si esprime in forma opaca, resta dietro alle quinte della scena per poter narrare da un punto di vista esterno gli avvenimenti di un rapporto che rischia di distruggersi. My Disorder si apre con una caotica sequenza di melodie che si abbracciano tra loro in un’eco amplificato. Il caos delle nostre anime genera disordini che condizionano la realtà che ci circonda. Potente si impone la batteria che genera ordine all’interno di una trama melodica composta da livelli sovrapposti tra loro. La chitarra sconvolge il brano con la sua carica di elettricità. I Need To Get Back, scritta da Francesco Parise, è una necessaria confessione del cuore. Non basta riconoscere i propri errori per poter dirigere il futuro verso la strada corretta, tornare indietro sarebbe la soluzione ai problemi dell’io. Torbide note si librano alla fine dell’album, avvolte da una vocalità soffusa.

Il rock indie dei Camera 237 vorrebbe presentarsi come un rock dalle aspettative internazionali. Intenzioni che, purtroppo, non sono ancora attuabili per la band di Cosenza. L’espressione del vocalist, gentile e sentimentale, emerge in maniera poco incisiva rispetto al contesto delle note. La chitarra, invece, è strumento di espressione umana, caratterizzata da toni dolenti e malinconici.

A metà strada tra l’impronta adolescenziale e matura, i Camera 237 hanno le carte in regola per poter sperimentare le proprie sonorità fino al raggiungimento di una forma espressiva consona alle loro intenzioni musicali.

Editor Review

  • Valutazione

    0 Punti / 100 Punti

    60 Punti
Album Tags

Lascia un commento

0 Comments on Camera 237 – The Lie And The Escape

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>