Volwo – Dieci Viaggi Veloci

Data: 10 novembre 2017 |

Dieci Viaggi Veloci Track List

Album Information

Volwo – Dieci Viaggi Veloci

C’è chi ama viaggiare e chi cerca semplicemente un lasciapassare per andare lontano. Volwo ci regala la possibilità di partire in maniera celere restando comodamente seduti ad ascoltare la sua musica.

Dieci Viaggi Veloci è il nuovo inciso del cantautore e musicista, prodotto dall’etichetta Viceversa Records.

Volwo, alias Pasquale Defina, ha collaborato con Cristina Donà, Manuel Agnelli ed Emidio Clementi. Si affaccia ufficialmente sul panorama artistico nazionale nel 2002 e successivamente incide tre album. Legato alla chitarra, è un artista poliedrico, surreale e radicato nella storia.

L’itinerario musicale dell’album parte con un brano allegro e rockeggiante. M’Arricordu E Non Mi Scordu (featuring Luca Gemma) presenta un ritornello denso di dialettalismi che si uniscono perfettamente alle stridenti corde di una chitarra elettrica. “Un enorme salvagente… tutti pronti a cambiare il proprio destino”. Il concetto di memoria è fondamentale per poter esplorare nuovi confini restando all’interno del medesimo quadrato esistenziale.

Milano Immaginazione (featuring Paolo Benvegnù) è caratterizzata da una melodia fatta di battiti sincronici ed elettrici. La voce simile a quella di un vate di Benvegnù amalgama il composto denso e fluttuante che resta sospeso sopra le note. Ad occhi chiusi si riesce quasi ad immaginare una figura trasparente che aleggia, di notte, sulla città di Milano. “Guardo Milano, da dietro le finestre non esiste, è solo immaginazione… fuori dalla nebbia non succede niente”.

La Didone Abbandonata (Metastasio) concentra in un minuto e mezzo circa di musica la trama di un tema epico, di un soggetto teatrale. Virgilio e Metastasio ci hanno narrato la conflittualità interiore che ha affossato l’immagine femminile di Didone, l’amante dell’eroe Enea. I colpi alla batteria vogliono risollevare le sorti di uno spirito affranto dall’impossibilità di scegliere il proprio destino. “Se resto sul lido, se sciolgo le vele, infido, crudele mi sento chiamare… non parto, non resto”. La chitarra funge da eco per lamenti silenziosi e covati nell’ombra.

Lingua franca mediterranea e note ruggenti per Se Ti Sabir. L’idioma di contatto utilizzato in tutti i porti del Mediterraneo nell’epoca delle Crociate si mette a disposizione di coloro che cercano una via di fuga grazie all’ascolto della musica. “Se ti sabir ti respondir, se non sabir tazir, tazir”. Il linguaggio della melodia è uno strumento universale.

Una sirena ed una donna dai capelli neri emergono sulla copertina di questo album. Sono poste in orizzontale, avvolte in un turbine di vento e onde. Si lasciano trasportare dalla corrente mentre provano ad intrecciare le loro mani.

Se tutti i viaggi potessero essere veloci sarebbero in grado di materializzare in maniera subitanea i nostri desideri.

Il trip musicale di Volwo è un ambizioso progetto discografico, eccelso nella forma e sofisticato nella comunicazione.

Editor Review

  • Valutazione

    0 Punti / 100 Punti

    68 Punti
Album Cover
Album Tags

Lascia un commento

0 Comments on Volwo – Dieci Viaggi Veloci

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>