Tusks – Interview

Data: 8 novembre 2017 |

Tusks – Interview

Dissolve: un viaggio glaciale nell’immaginario di Tusks.

Tusks, artista londinese, pubblica il 13 Ottobre il suo disco d’esordio per l’etichetta One Little Indiano Records dal titolo Dissolve. L’album è un viaggio nell’universo immaginario della giovane cantate britannica fatto da una musica cinematografica caratterizzata da riverberi, suoni aperti e tante componenti elettroniche.

- Il 13 Ottobre è uscito il tuo disco d’esordio Dissolve a meno di 24 ore dal rilancio c’è già qualche pezzo che ha quasi mezzo milione di streaming su Spotify  e credo sia un risultato fantastico. Ti aspettavi una reazione del genere dal pubblico? Quali erano le tue sensazioni durante la lavorazione dell’album?

- Dissolve was out on October the 13th and in less than 24 hours some of the tracks have more than half a million views on Spotify. A remarkable success. Did you expect such a reaction from the public? What did you feel during the album production process?

Yeah the response has been great, it’s been so amazing seeing both the press and public responding so well. Some of the tracks have been out for a little while and have had great support from Spotify over the past couple of months which has been great. The duration of making the album was quite long so I felt a lot of different emotions throughout it – it was a bit of a hard time in my life and the process was a real learning curve but I’m so excited to start on the next one already.

Sì la risposta del pubblico è stata ottima, è fantastico vedere come le persone e la stampa stiano rispondendo bene al mio lavoro. Alcuni brani erano già stati pubblicati da tempo e hanno avuto un discreto successo su Spotify negli ultimi mesi. Ci ho messo un bel po’ per la stesura dell’intero album e durante tutto il processo creativo sono state diverse le emozioni che mi hanno pervaso. È stato un periodo difficile della mia vita e il processo di produzione è stato comunque costante e in perpetua evoluzione. Adesso non vedo l’ora di cominciare a lavorare al prossimo album.

- Ti definisci una persona visiva a cui piace stare a contatto con la natura. Cerchi qualcosa in particolare in questo tipo di paesaggio, ti aiutano a trovare l’ispirazione per i tuoi testi e la tua musica o semplicemente sono posti in cui ti senti a tuo agio?

- You like to be in contact with nature. Do you look for something in particular in that landscapes, nature helps you find an inspiration or you just feel comfortable in that sort of scenario?

No I don’t really do it to actively find inspiration- I don’t really think about it I just love exploring and I love seeing things that are really beautiful and being out in fresh air and being active. I think it calms you down a bit and resets your brain and subconsciously allows you to be creative.

Non “uso” la natura per trovare ispirazione. Semplicemente mi piace esplorare e ammirare il bello di essa. Stare all’aria aperta e restare in attività è ciò che mi piace di più: è una cosa che mi fa calmare e libera la mente, dando così spazio alla creatività.

- Il tuo album è una sorta di viaggio, la tua voce ci trasporta in atmosfere del tutto oniriche e a proposito di viaggi tu sei una persona che gira molto e infatti in questo disco sono entrate città che hai visitato come Toronto, Parigi e quelle in cui hai vissuto come Londra. Oltre queste che sono esplicitamente citate, ce ne sono altre che ti hanno ispirato a generare questo viaggio che è Dissolve?

- Your album is kind of a trip, with your voice guiding us through dreamy atmospheres. Talking about trips, in your album there are a lot of references taken from places you’ve been as Toronto, Paris, London. Are there other places that inspired Dissolve?

Yeah I was traveling quite a lot before and during the album writing. There’s references to Portugal in Ivy too and I was mixing some of the tracks while touring around Europe earlier on this year. For You is about someone I met while traveling but I won’t give that away! The main influences were those three countries though.

Sì ho viaggiato un bel poi prima e durante la stesura dell’album. Ci sono riferimenti al Portogallo anche in Ivy. Durante il tour in Europa all’inizio di quest’anno ho mescolato anche alcuni brani e il risultato è quello presente nel disco. Ci sono altri riferimenti, ad esempio “For You” è un brano che riguarda una persona che ho incontrato durante un mio viaggio, ma non ve lo racconterò! Comunque sì, le maggiori influenze che si percepiscono anche nell’album sono relative a Toronto, Parigi e Londra per la maggior parte.

- Ho letto che a te piace intendere la musica che ascolti come una colonna sonora del momento che stai vivendo. Dissolve, secondo te, a quale momento della vita si adatterebbe bene come colonna sonora?

- You think music is a soundtrack for the moment you’re living while you’re listening to it. In your opinion, Dissolve is the perfect soundtrack for what kind of moment?

 Ahhh i’m not sure! Maybe travelling alone? It’s hard for me to say because I’m so close to it.

Non ne sono sicuro. Forse per viaggiare da solo? Difficile trovare un momento e soprattutto farvelo dire da me, in quanto sono molto legato a questo lavoro.

- Che brano sceglieresti, non tuo, come perfetta colonna sonora per un momento da ricordare? 

- What song would you choose – not among yours – as perfect soundtrack for a moment to remember?

At the moment I’m really into S-Carey “Brassy Sun” – I think that’s such a soundtrack song, it’s really epic- it gives me goosebumps.

Ora come ora mi piace tanto “Brassy Sun” di S-Carey: una canzone epica, da pelle d’oca, perfetta come colonna sonora.

In molti definiscono il tuo sound come glaciale, sei d’accordo? Da dove nasce questo stile?

- Lot of people define your genre as “glacial”. Do you agree? Where does this style come from?

Yeah I think that is a good description. I guess the music can sound quite epic and cold through the production style – I’m a big fan of reverb which I think gives the impression of glacial spaces. I grew up listening to artists like Bon Iver, Explosions In The Sky, Sigur Ros, Bonobo and Daughter which has influenced my style a lot.

Penso che sia una buona descrizione. Penso che la musica può suonare in modo impetuoso e glaciale anche durante uno stesso processo di produzione – Sono amante dei riverberi, penso che diano l’impressione di luoghi glaciali. Sono cresciuto ascoltando Bon Iver, Explosion In The Sky, Sigur Ros, Bonobo e Daughter: sono loro che hanno influenzato molto il mio stile.

- In questo momento fai da supporto ad Asgeir durante il suo tour, una volta finita questa esperienza inizierà un tuo tour? Nel caso continuerei a suonare in solo con chitarra e piano o sarai accompagnata da una band?

- Now you’re touring alongside with Asgeir. Are you planning to start a solo tour after this experience? Are you planning to play by yourself or with a proper band?

Yes! I’m planning to do a headline tour with my band at some point in the not too distant future. We’re playing Kamio in London together on the 15thNovember too. Aside from that I’ll also be playing solo shows at Iceland Airwaves on the 3rd and 4th November and in Amsterdam on the 19thNovember for Indiestadt.

Sì, sto pensando di fare un tour con la mia band ad un certo punto nel prossimo futuro. Suoneremo al Kamio a Londra il 15 novembre. A parte questo, faremo alcuni show anche all’Iceland Airwaves music festival il 3 e 4 novembre e ad Amsterdam il 19 per Indiestadt.

Featured Image
Post Tags

Lascia un commento

0 Comments on Tusks – Interview

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>