The Jon Spencer Blues Explosion @ Pompei Lab 29/08/15

Data: 30 agosto 2015 |

The Jon Spencer Blues Explosion @ Pompei Lab Time

Evento Information

Sabato 29 Agosto 2015

Ore 20:35

Dopo aver parcheggiato l’auto, ci dirigiamo verso l’ingresso del Pompei Lab.

L’associazione ONLUS, che ospita da anni dozzine di attività e live, vibra di una febbricitante attività in vista dell’evento anteprima per l’ottava edizione del Rockalvi Festival che, quest’anno, vanta un’entrata certamente d’effetto. È facile notare, anche da lontano, i cambiamenti apportati al palco ed alla disposizione delle strutture interne, come spesso vi accade in alcune occasioni. Puntiamo dritto alla biglietteria per accaparrarci gli ingressi. Alla consegna, ci viene detto che c’è un ritardo sulla tabella di marcia, per cui non è ancora possibile accedere alla struttura. Sembrano esserci davvero molte poche persone. Poco male: un accordo granitico fa intuire che i The Jon Spencer sono in piena fase di sound check. Ci godiamo questo antipasto di distorsioni.

Ore 21:40

Dopo esserci spostati per mettere qualcosa nello stomaco, ritorniamo alla biglietteria. Lo stretto vialetto che conduce al Pompei Lab conta, ora, molte più persone. Inutile dire che ogni volto mostrava la stessa espressione di gioia mista ad un pizzico di nervosismo. Con discrezione, viene aperto l’ingresso al pubblico e tutti, serenamente, defluiscono all’interno. Il bar del Pompei Lab è aperto; con la scusa di prendere qualcosa da bere, diamo uno sguardo ai mercatini di vinili e quello del merchandising di Spencer & soci. La palette di dischi esposti lascia intuire quale sarà la direzione del concerto. L’eccitazione sale e si fa sentire.

Ore 22:15 circa.

Elli de Mon - Pompei Lab - Diego DentaleSul palco campeggia una enorme bandiera americana, fieramente accompagnata da quella del Pompei Lab. Elli de Mon, dopo un breve line-check, parte senza esitazioni travolgendoci di un rock duro a base di grancassa, stivali, resonator guitars e fuzz saturi. Elisa De Munari (il nome reale dell’artista) è una one-girl-band. Non conosco per niente l’artista, ma ha un che di magnetico: mi riporta alla mente PJ Harvey per la sicurezza musicale senza fronzoli e l’accostamento è inevitabile col ben noto Johnny Dal Basso delle nostrane terre. Mi godo la performance fino alla elegantissima ed inaspettata chiusura eseguita con il citar, che rivela il nobile background della musicista. A causa del precedente ritardo, la scaletta viene modulata in base alle nuove esigenze ed il dj set delle Female Explosion viene ridotto ed adattato ai tempi del cambio palco, per poter lasciare comunque spazio alle due disc-jockey. E’ un peccato: dopo aver passato brani di artisti come Beck, The Clash, The Black Keys e Gossip scopriamo che ci si sarebbe molto divertimento con la loro selezione musicale che, come ovvio, è in ottimo allineamento con l’evento. Quando termina l’ultimo brano, il palco è oramai pronto. Volgo lo sguardo indietro e noto che il Pompei Lab è stracolmo di persone. C’è della divertita tensione nell’aria. Qualcosa si muove dietro al palco.

Ore 23:00

Panico.

The Jon Spencer Blues Explosion - Pompei Lab - Diego Dentale

Direttamente da “l’altra” New York, ladies and gentlemen, ecco sul palco i The Jon Spencer Blues Explosion, che ci stanno inviluppando in strati di riff e grooves dai tipici suoni sapientemente sporcati, compressi e grossi. Sono ancora incredulo mentre comincio irrefrenabilmente a muovermi a ritmo di musica. Avere la chance di assistere ad un concerto del genere negli immediati dintorni campani è una fortuna incredibile. Il magro Jonathan Spencer, classe ’65 ed attivo dai primi anni ottanta, vanta una attività discografica vastissima grazie ai Blues Explosion ed a progetti come i Pussy Galore ed i Boss Hog. La matrice che contraddistingue la band proviene direttamente dal movimento controculturale post-punk e no wave americano, tutta attitudine da strada e, partendo da quello che credo possa essere definito garage/garage-blues, negli anni, diventa sempre più ricca di contaminazioni. Punk, rockabilly, noise, soul e un pizzico dei caratteri funk sono alcuni generi che i JSBX frullano assieme, restituendo un rock acido, frammentato e ricomposto in una esperienza sonora unica, mentre i personaggi e le tipiche storie da strada del nostro immaginario collettivo, prendono vita nei testi.

Il concerto non lascia un attimo di respiro: Russel Simins è rilassato ma picchia duro dietro la batteria, col suo stile inconfondibile; Judah Bauer col suo fare schivo ma sicuro di se piazza accordi taglienti che si incastrano ripetutamente con quelli di Jon, che, tra una frase e l’altra proferita con l’immancabile voce effettata con slap-back delay, si alterna in linee di basso con la sua chitarra Zim-Gar (si, perché è circa dalla fine degli anni ottanta che i Blues Explosion performano con sole due chitarre e batteria – n.d.r. Jack White,  The Black Keys e simili arrivano tardi), ed a scendere sulle ginocchia come solo lui sa fare.

The Jon Spencer Blues Explosion - Pompei Lab - Diego DentaleL’improvvisazione è legge per due chitarristi di tale portata: i brani non risultano mai fedeli alle album version, senza soffrirne, e sono pescati dall’ampio repertorio, toccando per lo più i dischi recenti, come Damage, Now I got worry, Meat+Bone e, benché siano mancati il noto coro ‘Bellbottoms!’ o il famoso riff di Calvin, anche i più nostalgici fan sono stati soddisfatti da altri brani di Orange ed A.C.M.E..

 

Mentre le distorsioni strutturatissime si plasmano alle batterie minimali ecco far capolino i brani del loro ultimo disco “Freedom Tower – No Wave Dance party 2015”, fra le quali spiccano “Tales Of Old New York: The Rock Box” , strapiena di groove, e Funeral. Il pubblico comincia a sciogliersi, a saltare e ballare. I suoni sono perfetti, il mood anche.

Questo resterà un concerto memorabile e non credo ricapiterà con facilità. Mi abbandono al groove ed a quelle dannatissime chitarre. Direttamente dalle strade di New York, signori e signore, this is the Blues Power.

Report a cura di: Dario Menna

Editor Review

  • Performance

    0 Punti / 100 Punti

    96 Punti
  • Pubblico

    0 Punti / 100 Punti

    80 Punti
  • Organizzazione

    0 Punti / 100 Punti

    80 Punti
Cover Evento
Tag Evento

Lascia un commento

0 Comments on The Jon Spencer Blues Explosion @ Pompei Lab 29/08/15

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>