Spectrasoul è un’onda di basse frequenze che avvolge lo spazio

Data: 15 maggio 2016 |

Foto Information

Foto reportage del settimo compleanno del B.U.M (Bologna Underground Movement) al Link in cui si è esibito Spectrasoul, a cura della #fotocoaster Gloria Chillotti.

Drum and bass, jungle, liquid funk, dubstep, musica, movimento, collettivo, underground, soul, passione, determinazione, resistenza: questi sono alcuni degli elementi che per me rappresentano la filosofia del bum. All’interno del panorama musicale odierno, pochi altri come Spectrasoul sono in grado di incarnarli in un unico dj set.

Sabato 14 Maggio al Link si è verificata l’alchimia perfetta, buio e bassi lanciati come sassi, ma morbidi come piume, l’entrata di Spectrasoul è un’onda di basse frequenze che avvolge lo spazio, la musica è come un silenzio pacifico, si avverte dentro il corpo attraverso le vibrazioni. La tecnica del dj inglese riesce a miscelare morbidezza, potenza e lucidità creando un flusso sonoro, sensoriale e mentale, in un groove dai suoni inconfondibili.

Come tutte le feste di compleanno che si rispettino anche il settimo compleanno del Bum si festeggia tra amici: il funk ricercato di Guenda e l’hip hop d’avanguardia di Kyna, le tonalità notturne di Upset,  (nella sala rossa regno del Bandolero Sound System), il sound d’eccezione di Flavio Deff nell’ house stage e ovviamente il main stage occupato dall’Underground Movement che ha letteralmente fatto tremare le pareti del Link, con una serie di dj set memorabili.

Un grazie speciale al B.U.M. che dopo sette anni continua con l’attività di diffusione della cultura underground, regalandoci esperienze sonore uniche nel loro genere.

Foto in Evidenza
Tag Foto

Lascia un commento

0 Comments on Spectrasoul è un’onda di basse frequenze che avvolge lo spazio

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>