Shut up Munch @ Freqency 29/01/16

Data: 30 gennaio 2016 |

Gli Shut Up Munch presentano "Rapporti di Forza" al Freqency Time

Evento Information

Shut up Munch è un progetto musicale sperimentale nato per il semplice gusto masochistico di nascere.

Il progetto Shut up Munch prende forma a Salerno nel 2012 quando Antonio Prugno Siniscalchi (voce, chitarra, effetti) e Fausto Cianciullo (basso, synth, cori) pubblicano su Facebook un annuncio nella disperata ricerca di un batterista per il loro progetto di inediti al quale poi risponderà Gianluca Cocomero (batteria, pad elettronici, cori) portando con se l’amico Marco Gentile (chitarra) a completare l’attuale formazione.

Dopo circa un anno di prove votate alla stesura di brani, gli Shut up Munch rilasciano una demo dal titolo “One Shut” registrata in presa diretta da Claudio Auletta Gambilongo, e proprio grazie a questa demo riescono a farsi notare prima nei contest per band emergenti, e successivamente da Casa Lavica Records.

Dopo l’anteprima del 18 dicembre all’Onda Sonora di Angri, la band ha ufficialmente presentato il nuovo disco dal titolo “Rapporti di forza” al Freqency di Pomigliano d’Arco in concomitanza con l’uscita sulle famose piattaforme digitali. Noi di Music Coast to Coast, ovviamente, non potevamo mancare!

 Tra atmosfere ipnotiche , irruenti cambi di tempo ed esplosioni distorte gli Shut up Munch parlano di repressione ed autocontrollo malsano, e lo fanno urlando.

Mezzanotte, dopo aver parlato una mezz’oretta con la band, Antonio si scusa ed alzandosi dice “mi sa che stiamo proprio per iniziare, vado a controllare”. Dieci minuti dopo è tutto pronto, e dopo un semplice “ciao noi siamo gli Shut up Munch” si parte con il primo brano della scaletta Molecola che si chiude con una fantastica outro degna de Il teatro degli orrori nella fase più noise della loro carriera. “Il prossimo pezzo parla di caramelle…” è l’incipit perfetto per Xanax seguita da Nichilismo dove le tre voci in coro cantano la frase “so che non ci sei”. Il silenzio di Munch è il primo singolo estratto dall’album Rapporti di forza ed è stato pubblicato su Youtube l’8 dicembre 2015, accompagnato da uno splendido video ideato dal batterista Gianluca Cocomero. Pope nope e Pop TG precedono una delle due cover che la band propone live, Rejazzbrano tratto dal primo disco autoprodotto di Regina Spektor, che si fonde perfettamente con uno dei due brani registrati live per Casa Lavica, Non è J (che ricorderete tutti per le orecchiabilissime melodie suonate con i pad) seguito subito da BagdadImprovvisamente veniamo riportati negli anni ’80 con Summer on a solitary beach di Franco Battiato riarrangiata alla Shut up Munchprima di tornare ai nostri giorni con la frenetica Fuga e la title track dell’album Rapporti di forza che si chiude con uno “SHUT UP…MUNCH!” urlato nei microfoni prima da Antonio e poi da Fausto.

Un sound particolare, d’effetto, un miscuglio di influenze perfettamente amalgamato in una esplosività di suoni e glitch, ricco di noise, electro, industrial con quella spinta alternative rock che non guasta mai.

Editor Review

  • Performance

    0 Punti / 100 Punti

    80 Punti
  • Pubblico

    0 Punti / 100 Punti

    60 Punti
  • Organizzazione

    0 Punti / 100 Punti

    80 Punti
Cover Evento
Tag Evento

Lascia un commento

0 Comments on Shut up Munch @ Freqency 29/01/16

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>