Scogli di Zinco – Scogli di Zinco

Data: 24 gennaio 2018 |

Album Information

Scogli di Zinco – Scogli di Zinco

Il nuovo anno è partito in quarta per gli Scogli di Zinco. Il 19 gennaio scorso il loro primo disco, Scogli di Zinco (compendio dei due precedenti EP, Affiorano veloci e lenti come i ricordi – 2016 e Dai meriggi ai fondali – 2017), è stato pubblicato in formato digitale e non per l’etichetta Sibilla Records.

Il progetto nasce due anni fa dalle campagne nell’entroterra del maceratese dall’intento di quattro ragazzi di fondere sonorità classiche ad influenze shoegaze e post-rock.

Questo loro primo disco, nonché già terzo lavoro in studio, consta di brani dai loro precedenti EP ed è non a caso diviso in due parti, alla fine di ognuna delle quali è presente un brano inedito.

Si tratta di un lavoro ben curato, caratterizzato da un uso consapevole dei fiati (clarinetto, corno francese e flicorno), unito a sonorità elettroniche. L’apparato armonico è piuttosto notevole, ricco di dissonanze non risolte e passaggi all’orecchio propriamente e ricercatamente stonati, ricreati da una voce a volte volutamente non in linea con l’impianto musicale. Le scale cromatiche eseguite dai fiati, insieme agli accordi dissonanti dell’armonia, richiamano l’atmosfera di alcune opere della musica colta del ‘900.

Il timbro vocale del cantante, un po’ sulla falsariga di quello di Alberto Ferrari dei Verdena con sfumature quasi alla Federico Zampaglione, è appropriato al tono generale dell’album, seppur alle lunghe stucchevole, senza mai nessuna variazione d’intensità o di altro genere – complessivamente piatto.

Le tematiche che emergono da certe sonorità, ma anche dai testi, alludono alla necessità di evasione, rintracciabile in ricordi passati, ma anche ricercata in prima persona al di fuori della dimensione quotidiana in luoghi lontani e dominati da paesaggi naturalizzati – come suggerisce anche l’artwork della copertina.

Nella tracklist – complessiva di dieci tracce – si distinguono brani come Eremo, primo inedito che si incontra e interamente strumentale e Nuovo Inizio, caratteristico per quel suo crescendo finale che porta alla chiusura del disco.

Un progetto nel complesso degno di nota, dai buoni presupposti, all’interno di una scena indipendente italiana forse ancora troppo di nicchia.

Editor Review

  • Valutazione

    0 Punti / 100 Punti

    75 Punti
Album Tags

Lascia un commento

0 Comments on Scogli di Zinco – Scogli di Zinco

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>