Ratafiamm – TOURIST YOU ARE THE TERRORIST

Data: 12 maggio 2018 |

Album Information

Ratafiamm – TOURIST YOU ARE THE TERRORIST

Sarò per sempre un turista con in mano una cartina e la solita domanda, da che parte si guarda.

Dopo Low Budget Invasion, pubblicato nel 2011, Andrea De Nittis e Enrico Cibelli tornano con i loro Ratafiamm, questa volta per l’etichetta Labellascheggia.

Originalità melodiche e testi da grandi suggestioni questo il loro marchio di fabbrica, che in TOURIST TOU ARE THE TERRORIST, indossa un vestito più spiccatamente elettronico.

Un disco sui sentimenti, quelli più malinconici, su chi è qui ma è come se non ci fosse mai realmente, come fosse solo di passaggio, come fa un turista, che sta già programmando e pensando a quello che vedrà domani. Un turista che è un monito per tutti, tutti plausibili tali, noi che sbagliamo strade, ne inventiamo, ci sembrano tutte giuste e piene di luci colorate, quelle sbagliate. Uno sguardo che parte da lontano e poi si fa sempre più invadente, fino ad arrivare nel luogo più intimo, fino ad arrivare a Casa. E se in Dilettanti, di nome e di fatto, su questo set pornografico non c’è spazio per i sentimenti, e tutto scorre cinicamente, Piccola Patria è l’isola felice di un rapporto in cui rifugiarsi, in cui sentirsi a casa, segnare un confine a terra per lasciare il resto del mondo al di fuori di una finestra; è quello il confine entro cui organizzare piccole grandi rivoluzioni quotidiane. Alle chitarre folk viene affidato il racconto più intimo, quello delle paure, che se pure non te le dico, si figurano chiare e tonde negli occhi. Mostri di cui Dare voce si vuole liberare con batterie incalzanti, che scorrono veloci e ansiogene, che costringono ad un ultimo tentativo. Turista, è un’umana ammissione di debolezza, di chi, come il più banale dei turisti, sbaglia scarpe, sbaglia strade, sbaglierà sempre la lingua, affidandosi sempre ad una cartina.  Sul finale, inaspettata, una cover. Si tratta di Veramente di Mario Venuti, che ritrova una nuova luce in una lettura elettronica, solenne, dove ogni verso, ogni parola ha il peso di un grosso macigno.

Uno stile audace e rassicurante allo stesso tempo, un coinvolgimento che dura 9 tracce che hanno il sapore del bello e dell’intenso. Una piccola gioia nel mare statico dell’indie italiano.

Editor Review

  • Valutazione

    0 Punti / 100 Punti

    67 Punti
Album Cover
Album Tags

Lascia un commento

0 Comments on Ratafiamm – TOURIST YOU ARE THE TERRORIST

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>