Raiz & Radicanto – Neshama

Data: 7 ottobre 2018 |

Album Information

Raiz & Radicanto – Neshama

Io son stato marocchino, me l’han detto da bambino

Cosa hanno in comune una poesia liturgica ebraica, chiamata piyut, e Roberto Murolo, immortale ed immenso cantautore napoletano? Sono entrambi, in qualche modo eccezionale, la terza traccia dell’album di Raiz e dei Radicanto. Infatti, il testo è quello del piyut El Adon, mentre la melodia è quella di Era De Maggio, un’unione perfetta che regala questa straordinaria e poetica base partenopea ad un testo sommesso di preghiera, storicamente legato all’usanza di essere cantato o recitato. E, parlando di legami, ancora suprema è l’intesa tra la storica voce degli Almamegretta, e i Radicanto, gruppo tra folk e canzone d’autore, tra le altre cose, anche finalisti al Premio Tenco.

Da questa sinergia è nato Neshama, un disco meraviglioso che è uscito il 7 ottobre 2018, prodotto da AreaLive con il contributo di Puglia Records. Anticipato dal singolo Jerusalem, ultima traccia dell’album che vede la partecipazione del violino di Mauro Pagani, Neshama ci parla in ebraico, rispolverando storie antichissime, quelle degli ebrei sefarditi, ovvero abitanti la penisola iberica (da ‘Sefarad’ che in questa lingua significa, per l’appunto, ‘Spagna’). Pare che a questo popolo siano appartenuti filosofi e autori di testi paraliturgici, musicati svariate volte nei secoli e che oggi vengono riprese da coraggiosi musicisti come loro. Il messaggio significativo di Neshama è quello di immaginare il Mediterraneo come una realtà ‘panregionale’, priva di qualsiasi barriera e che sappia basare la sua nuova storia e vita proprio sui legami, come fonte inesauribile di Bellezza, la stessa che viene fuori dalla fusione di musiche e testi così diversi tra loro. Neshama, ‘anima’ in ebraico, è un grido di speranza che, con arrangiamenti acustici e grande maestria, intreccia questo passato così lontano con un presente tremendamente ferito, attraverso un messaggio di pace e giustizia.

Sono i tempi in cui si viene arrestati per ‘favoreggiamento dell’immigrazione clandestina’, in cui un Salvini, che disperde odio e miserabile viltà, è ministro dell’Interno, sono tempi bui in cui un disco come Neshama è più utile che, semplicemente, di rara bellezza. Che sia un tuono, una scossa, che sia un legame tra passato e presente, tra me e il resto del mondo che soffre, tra la musica e la vita. Che sia oggi e anche domani e ogni volta che viene messo in pericolo un uomo dal populismo e dal becero razzismo.

Editor Review

  • Valutazione

    0 Punti / 100 Punti

    75 Punti
Album Cover
Album Tags

Lascia un commento

0 Comments on Raiz & Radicanto – Neshama

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>