Piove Infected Rain

Data: 14 ottobre 2016 |

Piove Infected Rain Time

Evento Information

Infected Rain/Nebulae/Thirsting For Revenge @ Hades Live

Piove Infected Rain

Secondo anno consecutivo per gli Infected Rain in Italia. L’appuntamento è stato fissato a un anno esatto dall’ultima volta, nella cornice storica dell’Hades Live Pub del Vomero, Napoli.

L’evento è stato promosso dai ragazzi di Cimitile Rock Fest che, ancora una volta, si sono impegnati con successo nell’organizzazione di un grande evento con una band internazionale, dando visibilità alla scena metal campana ed europea, un genere che molti considerano oggi di nicchia ma che, al contrario, risulta ad essere più vivo che mai. Protagoniste della serata sono soprattutto le donne, vere leader delle band in scena.

Il pub piccolo ma accogliente, fulcro della movida alternativa campana, ospita un pubblico selezionato e preparato che per l’occasione è accorso numeroso nonostante fosse un giorno feriale. La breve attesa è stata piacevole tra una birra e una chiacchierata con gli artisti, disponibilissimi e anche i primi a fare da pubblico per le altre band.

Il primo gruppo non tarda a salire sul palco: i Thirsting For Revenge, propongono un metalcore dal suono potente dove lo scream tagliente di Mariano si alterna alla voce melodica di Atena, presentando il loro ultimo lavoro Leaves in Autumn. La performance, anche se breve, parte subito forte con Inborn Invaders, coinvolgendo le persone presenti, Claws Of Time mostra gli artigli per la forte intensità. Chiude questa parentesi la title track Leaves in Autumn, dal tono malinconico. La band, anche se propone la tipica formula canora delle band metal con voce femminile e voce maschile, riesce comunque ad fare un’ottima impressione e a mostrare degli spunti originali per una futura maturazione.

La prima mezz’ora trascorre piacevolmente e senza intoppi, ed è la volta dei padroni di casa: i Nebulae, capitanati da Miriam Granatello (che abbiamo anche intervistato). Come sempre, la grinta non manca mai, e già dal Preludio veniamo avvolti da atmosfere cosmiche, che rimandano al nome e alle tematiche del gruppo. Segue Orbit in the Air, purtroppo macchiata da problemi tecnici al microfono, anche se la voce potente della cantante riesce a superare quest’ostacolo. Save Yourself, brano ormai noto, coninvolge il pubblico in un climax che va in crescendo ed esplode nel finale, con la tematica potente di non illudersi con delle favole e salvare se stessi. Ad OgleTR56B, ispirato al pianeta dove piove ferro, segue il drum solo del batterista Alfonso Mocerino, eccellenza italiana che ha collaborato con band internazionali, che sfoggia tutta la sua maestria. Non mancano brani nuovi come Carbon, la title track del loro nuovo lavoro in studio, in uscita nel 2017. La loro esibizione, improntata sulla sperimentazione di suoni e generi, riesce ad emozionare e trasmettere grazie alla passione e all’autenticità di tutti i componenti.

Salgono finalmente sul palco gli Infected Rain, gruppo attesissimo e accolto dal pubblico con grande clamore. Fin dal primo brano Falling Through Time, l’Hades diventa una bolgia dell’inferno, si canta e si poga con Me Against You e Stop Waiting, brani storici del gruppo. C’è spazio anche per i brani nuovi come Serendipity, singolo apripista del nuovo album in uscita a breve ma che è già stato accolto con calore e approvazione.

Il finale è tutto in crescendo: il pogo aumenta e alcuni ragazzi si cimentano anche nel crowd surfing. Il caos si impossessa della location ormai in tripudio con a Enslaved By A Dream e Sweet Sweet Lies, denuncia all’ipocrisia della vita moderna. A questo punto la band accenna ad andare via ma il pubblico non ne vuole sapere, chiedendo un’ultima canzone: questa arriva con Judgemental Trap, che chiude le luci sulla serata per il grande dispiacere del pubblico, che chiede un brano storico della band: At The Bottom Of The Bottle. Lena, con grande entusiasmo, accontenta tutti proponendo una piccola parte del brano cantata a cappella.

Gli Infected Rain sono stati coinvolgenti e tecnicamente perfetti dal primo all’ultimo pezzo e Lena Scissorshands si conferma una vera leader, capace di trascinare tutto il pubblico. Una serata piacevole e ben organizzata: ringraziamo tutte le persone che hanno reso possibile questo evento, con l’augurio di continuare su questa strada sempre in salita.

 

Editor Review

  • Performance

    0 Punti / 100 Punti

    80 Punti
  • Pubblico

    0 Punti / 100 Punti

    85 Punti
  • Organizzazione

    0 Punti / 100 Punti

    70 Punti
Cover Evento
Tag Evento

Lascia un commento

0 Comments on Piove Infected Rain

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>