One Day Music 2016

Data: 3 maggio 2016 |

Foto Information

L’8a edizione del One Day Music, dalla regione più a Sud d’Italia, aggiunge Catania alla lista degli eventi del primo Maggio da non perdere. Come in quasi tutta la penisola, il litorale siciliano è stato messo a dura prova dalla pioggia e da un particolare cielo grigio, che è comunque riuscito a splendere grazie alla partecipazione di circa 20.000 persone e colorarsi con l’Holi Dance Festival. La location dell’evento è stata pensata per una giornata all’insegna del divertimento con sole, mare e musica; magari il maltempo non ha permesso la conciliazione armonica tra questi tre elementi, ma le performance degli artisti, unite allo spettacolo di svariati elementi scenici, hanno colmato la mancanza del calore del Sole, infiammando dall’interno gli animi della gente.

Quest’anno sono stati presenti circa 100 artisti provenienti da background musicali differenti, con live e dj set, divisi nei tre stage:

-Fire Stage: situato alla fine del percorso che collega i tre palchi, è stato il più frequentato e il più ampio, in cui si sono esibiti Ellen Allien e Derrick May dalle 18:30 alle 23:00; per giudicare le performance basta dire che la zona è stata intasata da una marea di spettatori per tutta la fascia oraria, a tal punto da dover sgomitare, sin dall’ingresso dell’anticamera dell’Afrobar, per concedersi una discreta visuale dello spettacolo. Infine il sorprendente Luca Marano è riuscito a mantenere alte le aspettative per un promettente percorso musicale.

-Sickness Stage: in gran parte dedicato al genere reggae, solo “good vibes” con la speciale partecipazione del tour europeo Rototom & friends, portando un pezzo di Giamaica nella plaia catanese, con gli storici Wailing Soul; Junior Kelly; Raphael e Sud Sound System che hanno acceso la passione del reggae mediterraneo. Tutta la formazione degli artisti è stata capitanata dall’onnipresente Tonino “Lampa Dread”, diventando fondamentale, come il prezzemolo nella ricetta Rototom. Al termine del “Raggae Mood” lo stage ha ricaricato le energie con gli scratch del siciliano Stonic, per poi soddisfare il pubblico e portarlo al culmine delle emozioni che lo stage avrebbe potuto offrire con Camo & Krooked + Dynamite Mc, scagliando, insieme al cielo, gocce di pioggia con un mix di  bass music allo stato puro.

-Spring Stage: al centro tra gli altri due stage, è riuscito a isolare e concentrare la propria energia con il sound degli Anudo, seguiti dallo spettacolo degli Aucan che, con i loro effetti di scena in perfetta simbiosi con la musica hanno accompagnato il tramontare del Sole, non protagonista della giornata. Invece, proprio quando la pioggia ha iniziato ha insistere, Rasty Kilo e Noyz Narcos, come un arcobaleno in un cielo grigio, hanno attirato tutte le attenzioni del pubblico, facendo dimenticare la presenza delle gocce picchiettanti.

Questa edizione del One Day Music ha dimostrato quanto la potenza della musica possa influire sulla gente, riuscendo a trasformare un bagnato primo Maggio in uno spettacolo raggiante. Bisognerebbe organizzare un evento così in ogni giornata priva di luce.

 

 

 

 

Editor Review

  • Pubblico

    0 Punti / 100 Punti

    90 Punti
  • Performance

    0 Punti / 100 Punti

    90 Punti
  • Organizzazion

    0 Punti / 100 Punti

    80 Punti
Foto in Evidenza
Tag Foto

Lascia un commento

0 Comments on One Day Music 2016

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>