Ofeliadorme – Secret fires

Data: 17 marzo 2017 |

Album Information

Ofeliadorme – Secret fires

Perturbanti fuochi segreti…

Elegante, perturbante, cullante: rima baciata per contenere i brividi … si provano ad ascoltare l’ultimo lavoro degli Ofeliadorme, Secret fires, il loro terzo album, registrato e prodotto da una delle menti più originali dell’elettronica inglese, Howie B, insieme al sound engineer Joe Hirst, professionista legato a nomi come Four Tet e DJ Shadow.

L’album del trio bolognese, pubblicato il 17 marzo, è un crescendo, negli otto brani che lo compongono, di profondità dolce e carica di magnetismo, che induce ad ascoltarlo senza interruzioni, sentirne il fluire, come un fiume dentro cui immagini Ofelia scorrere … la voce è sorgente chiara in vortici scuri, di accordi dal suono orientale, di giri di basso a costruire un dolcissimo pentagramma. Francesca Bono ha corde vocali d’angelo, però non è il flebile tono di tanto shoegaze, ma scheggia di puro cristallo, con un timbro caldo di fondo. Gli otto brani del disco hanno titoli in cui le visioni (Visions, VI traccia) si intrecciano ai sentimenti (Feels, VII traccia), in cui il nero viene sottolineato e ripetuto (Black/Black/Black, III traccia), il nero delle atmosfere, il nero dell’abisso scrutato a lungo, dal quale l’ascolto libera.

Il singolo Alone with the stars ci fa salire su una nave fantasma, dove solo le anime possono essere accolte e gli occhi del trio, nel video premiere altrettanto interessante e raffinato, del regista milanese Fabio Paleari, sembrano guardarsi intorno, a rallentatore,  pieni di stupore, a conoscere per la prima volta un mondo di grattacieli, nelle metropoli dell’estremo Oriente, sbiancati da enigmatiche luci al neon, riscaldati dall’inchiostro nero degli occhi di primi piani di intensi visi qualunque, dalle danze di anziani come marionette, dai giochi di bimbi per strada e dalle malinconie di vecchi bonzi tremanti e senza denti.

Aspettavo da molto un album così, che potesse allungare la sua mano dentro me e scoprirmi disarmata nel sentirmi carica di emozione, nel sentirmi scuotere fin dentro le ossa.

Avrei amato un brano in italiano, sicuramente, ma il respiro internazionale del disco e il fatto, poi, che sia stato lavorato tra la campagna del Galles e Londra,  per precisione nel giugno del 2015, fanno sì che l’inglese rimanesse l’unica scelta possibile.

Editor Review

  • valutazione

    0 Punti / 100 Punti

    85 Punti
Album Tags

Lascia un commento

0 Comments on Ofeliadorme – Secret fires

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>