Nella calza che vorrei

Data: 2 gennaio 2017 |

Siamo golosi di musica!

Quando eravamo piccoli aspettavamo con ansia il giorno dell’epifania perché eravamo sicuri che la befana ci avrebbe portato quante più leccornie possibili. Ora che siamo cresciuti un po’ di più, certamente oltre a dolciumi vari abbiamo fame anche di altro, quel languore che non si può saziare con una barretta super calorica: abbiamo fame di musica, vogliamo stuzzicare brani tra un cioccolatino e l’altro.

Il 2016 è passato, abbiamo voltato pagina e abbiamo aperto le porte ad un 2017 ricco di buoni propositi. Ma l’anno passato ci ha portato anche grandi doni: concerti, festival, brani, album. Tutto è bene ciò che finisce in musica, insomma.

Per cominciare al meglio il nostro 2017 ci vogliamo portare dietro dei ricordi del 2016, che ci facciano ricordare l’anno passato per cominciare al meglio l’anno venturo.

Quali sono gli album che non dimenticheremo?

Li abbiamo chiesti ai coaster, ed ecco cosa ci hanno risposto.

 

RY-X_Dawn_recensione_music-coast-to-coast

RY X – Dawn

Mood romantico, arrangiamenti delicati, voce inconfondibile: non ci vuole altro per convincere ad ascoltare Dawn, un disco dalla forte componente emotiva.

Mario Ariano

Radiohead_A-Moon-Shaped-Pool_recensione_music-coast-to-coast

Radiohead – A moon shaped pool

Un ritorno atteso con trepidazione. Un disco che conferma la grandezza di una band apripista, grande qualità e sonorità calibrate alla perfezione.

Sergio Mario Ottaiano

Cosmo_L'ultima-festa_recensione_music-coast-to-coast

Cosmo – L’ultima festa

La consacrazione del principe dell’elettronica Italiana. Un disco che proietta Marco Jacopo Bianchi nei big dell’indie nostrano; un disco perfetto per fare festa, in qualsiasi modo vogliate.

Ciro Zerella

Piers-Faccini_I-Dreamed-An-Island_recensione_music-coast-to-coast

Piers Faccini – I dreamed an island

Con I dreamed An Island Piers Faccini ha dato forma a tutte le sensazioni raccolte durante i suoi viaggi. Esiste un luogo immaginario dove si possono trascorrere i propri giorni uniti come fratelli, al rifugio da ogni pericolo.

Maria Balsamo

Jambox_Spleen_recensione_music-coast-to-coast

Jambox – Spleen

I Jambox sono stati in grado di creare atmosfere attraverso la musica, utilizzando sonorità di un periodo che non hanno vissuto, ma che hanno assimilato, studiato e rielaborato personalmente. Un amarcord piacevole e inaspettato.

Giorgio Panci

Wicked-Dub-Division_Red_recensione_music-coast-to-coast

Wicked Dub Division – Red

Probabilmente uno dei migliori dischi dub italiani dell’anno. Da ascoltare stesi su un prato o su una spiaggia in quelle notti stellate d’estate in cui il cielo ti lascia senza fiato. Magari con l’amplificazione di un sound system.

Alberto Gentile

Tiziano-Bianchi_Now-and-Then_recensione_music-coast-to-coast

Tiziano Bianchi – Now and then

Immensi paesaggi di sconfinata bellezza. Quando la musica indica la strada ma allo stesso tempo invita a perdersi.

Federica Noviello

Un assaggio di quello che è stato il 2016 visto dai coaster. Proprio come una calza della befana: non ci possono entrare tutti i dolciumi del mondo (nonostante siamo dei gran golosi). Vi lasciamo ascoltare queste sette perle, e mi raccomando: non perdete mai la curiosità di poter assaggiare nuova musica.

Music is all you need.

Featured Image
Post Tags

Lascia un commento

0 Comments on Nella calza che vorrei

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>