Mecna @ Casa Della Musica 04/03/2017

Data: 8 marzo 2017 |

Foto Information

Mecna @ Casa Della Musica

Il rapper foggiano torna a Napoli per presentare il suo ultimo disco, Lungomare Paranoia.

Da quanto tempo lo aspettavamo? Uno, due anni? E quanto tempo è passato da Laska? Abbiamo ascoltato Lungomare Paranoia talmente tante di quelle volte da conoscerlo a memoria: invece di poco più di un mese, sembrano passati anni dalla sua pubblicazione.

La foga con cui il pubblico aspettava il ritorno di Mecna a Napoli era incredibile. Dopo il sold out delle prime date del Lungomare Paranoia Tour partito lo scorso mese, il rapper ha scritto sui suoi social, anche un po’ commosso, che la Casa della Musica aveva spostato il suo live nella sala più grande per l’enorme quantità di biglietti venduti. E così è stato. Poco alla volta la sala si è riempita e Mecna è arrivato dopo ore di attesa in cui a farci compagnia sono stati DJ Uncino, con una selezione di classici direttamente dall’hip-hop nostrano, e Bless, Mc emergente.

Intorno alle 23 prendono posto sul palco Alessandro Cianci e Marco Lvnar, due dei producer presenti anche all’interno del disco di Mecna, che arriva poco dopo. La sua entrata è accompagnata da una serie di immagini in sequenza proiettate sullo sfondo, al posto di un salvagente che era rimasto lì lungo tutta l’attesa. Tutte a tema marino, le immagini, così come i primi suoni che introducono il primo pezzo, Acque profonde, brano che apre anche il suo ultimo disco. L’acustica è ottima e le basi restano fedeli alle sonorità dell’album, nonostante Corrado spesso si dilunghi in interpretazioni inaspettate.

La cosa interessante è che, al di là di Lungomare Paranoia, Mecna ha presentato anche alcuni dei suoi brani più celebri, direttamente da Laska ma soprattutto da Disco Inverno, accontentando così i più affezionati. Vengono così presentate Faresti con me, Non dovrei essere qui, ma soprattutto Taxi, vera e propria hit della scena negli anni passati. Il pubblico è in visibilio quando a Dove sei tu, brano tratto da Laska, viene unita in coda Nonostante sia, uno dei brani più forti e personali di Lungomare Paranoia, come ha dichiarato lo stesso Mecna. Intanto le immagini continuano a susseguirsi dietro il rapper che, tra una canzone e l’altra, non dice nulla se non l’improvvisa presentazione di Disco Inverno, dal quale viene rielaborata Fatto così, traccia che l’ha reso noto da solista ad un pubblico più vasto ormai quasi cinque anni fa. Continua con Buon compleanno, dall’ultimo disco, per poi sfociare in Servirà una scala, brano interpretato da Andrea Nardinocchi al ritornello e che come al solito tocca sensazioni forti di lontananza e malinconia, temi che contraddistinguono il modo di comporre del rapper pugliese. Dopo queste melodie non poteva mancare Pace, uno dei brani più ascoltati di Laska, terminando infine con Superman, ballata da Lungomare Paranoia, e Il tempo non ci batterà. Ma naturalmente ai suoi saluti il pubblico si è dato da fare, richiedendo un rientro che poi è stato concesso con ancora una volta brani ormai datati ma non per questo dimenticati, mettendo un punto prima del gran finale con Non serve, ultimo pezzo estratto dal disco Lungomare Paranoia.

Chiudere così il suo live era inevitabile e un po’ ce l’aspettavamo. Mecna ha concluso il suo bis prima con 31/08, poi con parte di 31/07, il tutto accompagnato da un atto d’affetto direttamente dal pubblico: un ragazzo ha scavalcato le transenne ed è salito sul palco per abbracciarlo. Una richiesta a cui il rapper non ha detto di no, anzi, e forse non avrebbe potuto esserci finale migliore per un live così bello.

 

Foto a cura della #fotocoaster Zoe Ferrara

Editor Review

  • Performance

    0 Punti / 100 Punti

    60 Punti
  • Pubblico

    0 Punti / 100 Punti

    80 Punti
  • Organizzazione

    0 Punti / 100 Punti

    70 Punti
Foto in Evidenza
Tag Foto

Lascia un commento

0 Comments on Mecna @ Casa Della Musica 04/03/2017

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>