Lo Straniero – Quartiere Italiano

Data: 12 ottobre 2018 |

Album Information

Lo Straniero – Quartiere Italiano

Con l’omonimo album del 2016, il progetto Lo Straniero aveva dimostrato di avere buone potenzialità nonostante un debutto ancora, ovviamente, acerbo. Poteva quindi essere un salto di qualità e un lavoro più maturo e personale il secondo lavoro, Quartiere Italiano, uscito due anni dopo, il 12 ottobre, per La Tempesta. E la premessa è in effetti decisamente più interessante: quattordici racconti che si legano per tracciare un ritratto della città e dei suoi abitanti; il songwriting è infatti molto più ispirato rispetto al debutto, ma musicalmente non vi è una differenza sostanziale, quella che avrebbe fatto sicuramente la svolta. Sembra più un continuo del precedente e la sensazione è che manchino determinati elementi fondamentali come la fantasia e la voglia di azzardare. Infatti, i pezzi di Quartiere Italiano sono potenzialmente tutti brani pop d’alta classifica, ma non c’è mai nulla di estremamente impressionante, rimane tutto godibile ma mai davvero convincente.

L’apertura del lavoro, prodotto da Ale Bavo (Subsonica, Virginiana Miller e Mudimbi tra i tanti), è affidata a Dove vai, che già da solo rappresenta ciò che l’ascoltatore si appresta ad affrontare per i successivi 40 minuti: un pezzo synth pop orecchiabile ben strutturato e composto. Per non parlare del successivo brano omonimo, Quartiere italiano, che se fosse stato scritto da Tommaso Paradiso sarebbe già tormentone. E così questa formula, unita all’alternanza vocale uomo/donna di baustelliana memoria, con protagonisti Giovanni Facelli e Federica Addari, ci accompagna durante la narrazione di questa serie di episodi, alcuni decisamente più riusciti di altri, come Madonne o Sorella, nonostante a conti fatti la proposta sia la stessa. Ben riuscito il pezzo con i Sick Tamburo, Psicosogno, dove è evidente l’esperienza di Gian Maria Accusani, e il risultato si sente eccome. I ragazzi piemontesi non sono degli sprovveduti e non manca una finezza evidente negli arrangiamenti, come è evidente ad esempio in Seduta spiritica, ma alla fine dell’ascolto è difficile essere pienamente convinti, visto che i pezzi sono purtroppo simili fra loro.

Complessivamente, Quartiere Italiano è bocciato, ma Lo Straniero è un progetto solo rimandato, per ora: c’è ancora strada da fare ma la sensazione è che, con una varietà stilistica e compositiva superiore, i Nostri possano ben presto sfornare un prodotto convincente e nuovo, senza la serie di rimandi al pop italiano che si sono trascinati nei primi due album, e facendo invece leva sui buoni arrangiamenti che il gruppo offre.

Editor Review

  • Valutazione

    0 Punti / 100 Punti

    50 Punti
Album Cover
Album Tags

Lascia un commento

0 Comments on Lo Straniero – Quartiere Italiano

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>