Linoleum 3rd Birthday Party

Data: 28 marzo 2017 |

Foto Information

Canova @ Rocket

Venerdì 24 marzo, Linoleum compie tre anni e festeggia al Rocket.

Alle ore 23, orario d’inizio segnato sulla pagina dell’evento, più di cento persone sono ammassate all’ingresso. Dopo una serie di domande e diversi tentativi di infiltrazione tra la folla, o cortesi inviti ad orientarci nel punto d’ingresso, Roberta decide di farsi spazio tra la gente ed entrare.

L’evento è cominciato solo da venti minuti, ma la sala del Rocket è già pienissima. Asia Ghergo, youtuber carina, tenera e dall’aria timida canta Io non esisto dei The Giornalisti, accompagnata dalle voci di un pubblico foltissimo, incollato e tutto mani al cielo.

Rob, temeraria, prende la macchina fotografica, affronta la folla e si dirige sottopalco. Il pezzo finisce tra urla felici, a tratti indemoniate, e qualche imprecazione, maschile, del tipo “Raga, cazzo giratissimo”: evidentemente non tutti prendono bene l’autocommiserazione paradisiana. Asia Ghergo annuncia il “momento top della serata” e canta Cavallini della Dark Polo Gang, anche qui seguitissima dal pubblico; Secchio di Pop X e Vita sociale dei Canova accompagnano l’open act alla fine e me e Martina nel tormentato viaggio verso il bancone del bar.

Minuti dopo, scanditi dalla playlist indie conclusasi con Motta e La fine dei vent’anni, arrivano i Canova. La sala è stracolma, Aziz coinvolge il pubblico armato di telefoni, riprese video e voce. Non c’è spazio per muoversi, pochissima aria, ma a nessuno sembra importare, si canta Manzarek a squarciagola “se c’è una cosa che odio di più è che non posso vederti tutti i giorni”: penso ai miei sedici anni, a Cesare Cremonini, i Jonas Brothers, la fine dei miei anni da teenager e penso al moscow mule che chiama una sigaretta. Incontro all’uscita Camilla e le sue amiche, poi Gianluca e Francesco, che nonostante siano leggermente più attempati di me, cantano felici e in delay sulle note di Expo, Brexit e Vita sociale. Più intenzionata a restare fuori che entrare dentro, comincio a fare qualche domanda, una in realtà: “perché siete qui?”. Il pubblico intervistato si divide in: fan dei Canova, più di quanti credessi, clienti affezionati del Rocket ritrovatisi coinvolti nel marasma del concerto, gli affezionati seguaci di Linoleum e i geni che “volevamo procurarci qualche sgallettata sotto i venticinque”. Faccio due domande sul concerto della band, è piaciuto. I Canova hanno fatto cantare, ballare, saltare, insomma chi era venuto per loro, ha avuto ciò che cercava.

Cominciano i dj set, le due sale sono sempre piene. La Go Go Room ci trasporta nel meglio degli anni ottanta, sorpresa mi ritrovo a ballare Lamette di Donatella Rettore, mentre nella sala principale ci si dimena tra alternative straniero e Calcutta e compagni.

Il terzo compleanno di Linoleum ha avuto la festa che meritava e che ci si aspettava: tanta gente, tanto indie e tanto divertimento per gli amanti del genere.

Per il prossimo compleanno auguriamo una location più grande.

Editor Review

  • Performance

    0 Punti / 100 Punti

    65 Punti
  • Pubblico

    0 Punti / 100 Punti

    70 Punti
  • Organizzazione

    0 Punti / 100 Punti

    60 Punti
Foto in Evidenza
Tag Foto

Lascia un commento

0 Comments on Linoleum 3rd Birthday Party

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>