Lali Puna – Two Windows

Data: 12 settembre 2017 |

Album Information

Lali Puna – Two Windows

I Lali Puna tornano l’8 settembre 2017 sulle scene dell’elettropop con il loro quinto album in studio, a distanza di sette anni e, con l’abbandono di Marcus Acher (The Notwist, 13 &God).

Two Windows, in uscita –ancora una volta- per la label berlinese Morr Music, segna il nuovo inizio della band. Trebeljahr, Heiß e Brandner si sono avvalsi di numerosi guest e collaborazioni artistiche: Kennis Tenniswood (Two Lone Swordsmen; Radioactive Man), Dntel (Jimmy Tamborello), Mary Lattimore  e Midori Hirano. Un disco che trova ispirazione nelle sonorità dancefloor di producer come Mount Kimbie o Caribou, un lavoro seducente e misurato, dove le qualità del songwriting emozionale della cantante e polistrumentista di origini sudcoreane Trebeljahr si fondono con ritmi più energici, senza rinnegare l’attitudine pop radicata nel sound originario della formazione. Due anni di lavoro serratissimo per 12 tracce che confermano la virata della band tedesca verso nuovi lidi melodici e lirici. Un mood per un dancefloor pop ed intimista, astratto e minimale, un album sull’emancipazione che esplora i temi della libertà personale, la presenza di tecnologie di sorveglianza nelle vostre vite e la progressiva gentrificazione dei centri urbani, tutto misurato secondo la sensibilità della Trebeljahr, con le sue connessioni emotive. In tal senso, la titletrack/opentrack è la sintesi perfetta di questo groove di rinascita, distante dal sound cupo ed introspettivo del predecessore Our Inventions (2010, Morr Music, ricordiamo la super guest Yukihiro Takahashi.).  Un album dal marchio uptempo e strutturato che contrasta con il cantato languido -dalla sorrentiniana memoria- dei Lali Puna che qui trova espressione nella indietronica Wear My Heart. Wonderland ha delle intense affinità elettive col synth-pop austero ed alienato di Tricoder (il loro album di debutto, Darla, 1999, ndr), ed il sogno paranoico “Deep Dream”(il video del è diretto dagli stessi Christian Heiß e Valerie Trebeljahr con la collaborazione di Jacqueline Hofer, da non perdere) è una buona scusa per citare Kylie Minogue. The Bucket, secondo singolo è una cover dei primi Kings Of Leon.

“All things will change / ’Cause all things must change” canta la Trebeljahr per questo lavoro elegante dai brani danceable, battiti pronunciati, malinconia, interrogativi e routine quotidiane.

I Lali Puna si esibiranno Italia il 16 novembre all’Hiroshima Mon Amour di Torino, il 17 novembre al Locomotiv di Bologna, il 18 novembre al Monk di Roma e il 19 novembre al Magnolia di Milano.

Editor Review

  • Valutazione

    0 Punti / 100 Punti

    75 Punti
Album Tags

Lascia un commento

0 Comments on Lali Puna – Two Windows

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>