La storia dietro la copertina dell’album di Woodstock 1969

Data: 7 giugno 2016 |

Una foto destinata a diventare un’icona della cultura rock: chi sono i protagonisti copertina dell’album di Woodstock 1969?

È facile per gli amanti del rock avere negli occhi la copertina dell’album di Woodstock 1969 che fu tratto da quelle giornate memorabili.

Anche quelli nati molti anni dopo (dagli amanti dell’ercolina a quelli della foto di Steve McCurry che ritrae la ragazza afghana, Shabarti Gula), infatti, si saranno domandati almeno una volta, mentre ascoltavano il disco, quale fosse l’aria che si respirava mentre una pagina della storia del rock veniva scritta dal venerdì al mattino del lunedì successivo in quell’agosto caldissimo nello stato di New York.

Sulla copertina dell’album campeggiano due persone che si abbracciano, avvolte da una coperta, esauste e serene come tutti gli hippies che hanno intorno: non sanno che in quell’istante il fotografo americano Burke Uzzle sta consegnando il loro abbraccio alla storia.

La copertina dell’album di Woodstock è infatti parte della vera cultura rock e hippie, e lo sanno bene Bobby Kelly e Nick Ercoline che, intervistati 47 anni dopo quella giornata da The Post Internazionale, sorridono mentre posano reggendo l’album, affiatati come appaiono sulla copertina.

La coppia ha raccontato che all’epoca erano poco più che ventenni, e anche all’inizio del loro corteggiamento, destinato a culminare nel matrimonio di due anni dopo.

Entrambi lavoravano quell’agosto, lui aveva due lavori per mantenersi e decisero quindi di partecipare al festival solo per un giorno e una notte. Ricordano che l’umidità era palpabile e, tra il fango e la pioggia che poi cadde, ognuno si riparò come poteva: loro avevano una coperta, e non smisero di stringersi.

Il continuo richiamo alla pace, mentre in Vietnam la guerra imperversava, ebbe per la coppia un significato anche più profondo: ad oggi pensano infatti di festeggiare proprio in quello stesso prato il loro imminente 50° anniversario di matrimonio.

Un giorno e una notte soli furono abbastanza, in effetti, per fissare per sempre quell’istante sulla copertina del primo album tratto dalle foto di Woodstock 1969 e rendere il loro abbraccio un’icona, ancora oggi, di quella che fu forse la più fortunata stagione della storia del rock.

Featured Image
Post Tags

Lascia un commento

0 Comments on La storia dietro la copertina dell’album di Woodstock 1969

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>