James Senese – Tullio De Piscopo – Pomigliano Jazz 12/09/15

Data: 14 settembre 2015 |

James Senese - Tullio De Piscopo - Pomigliano Jazz Time

Evento Information

Napoli canta Napoli: De Piscopo e Senese, tra ricordi e tradizione.

Fiumi di gente al Parco delle Acque.

L’ultima data del Pomigliano Jazz al Parco delle Acque di Pomigliano D’Arco ha ospitato Senese con l’Orchestra Napoletana di Jazz e Tullio De Piscopo con la sua formazione. Una serata tra aneddoti, momenti carichi di emozione e suoni nostrani.

Senese ha inaugurato la serata accompagnato dall’Orchestra Napoletana di Jazz, tanti giovani, tutti talentuosi. Da Chi tene ‘o mare a Caravan Petrol, pezzi storici e preziosi per il pubblico napoletano, intonati dalla voce graffiata e particolare di James Senese. Simbolo di un momento musicale dal quale fatichiamo a staccarci, Senese ben si amalgama con l’orchestra, conferendo loro la giusta grinta col suo mix di blues e folk. Un po’ americano un po’ nostro, un po’ del mare un po’ della terra, Senese è una figura cara a chi non dimentica quanto sia bello essere Neri a metà, fondendo continuamente sonorità diverse al punto da creare uno stile nuovo, coinvolgente e ben presto famoso in tutto il mondo.

Sono tanti ma non passano inosservati, Mario Raja direzione, arrangiamenti, Matteo Franza, Antonello Sorrentino, Mauro Seraponte alla tromba, Alessandro Tedesco, Roberto Schiano al trombone, Annibale Guarino, Marco Zurzolo al sax contralto, Enzo Nini, Marco Spedaliere al sax tenore, Nicola Rando sax baritono, Enzo Amazio alla chitarra, Mario Nappi al pianoforte, Corrado Cirillo al contrabbasso e Giuseppe La Pusata alla batteria. Alcuni nomi sono già noti al Pomigliano Jazz, altri lo diventeranno per la loro bravura; un concerto coinvolgente, bis ed applausi congedano la prima parte per poi abbandonarsi alla seconda tappa di una serata carica di emozioni.

È la volta di Tullio De Piscopo, altro figlio di Napoli, altra figura emblematica del panorama musicale partenopeo dagli anni ’70. Percussionista noto ai più, che vanta collaborazioni internazionali e a lui più vicine, come quelle con lo stesso Senese, Rino Zurzolo, Joe Amoruso (compagno d’avventura anche sul palco del PJazz), Tony Esposito e Pino Daniele, la cui morte gli ha lasciato una traccia profonda.

Il concerto comincia così, più ambient rispetto alla grinta precedente. Quando, omaggiando Pino Daniele, esattamente com’era, fa avvertire ancora di più il peso della sua assenza, così come in altri pezzi intrisi di malinconia; c’è blues, pop, jazz e la magica complicità che si instaura tra chi si conosce da sempre. Così il tempo vola e con esso aumenta la nostalgia verso una realtà musicale che sembra dileguarsi per lasciare spazio al mainstream con un mercato vuoto di talenti. Tullio De Piscopo alla batteria e percussioni, Antonio Onorato chitarra e breath guitar, Joe Amoruso piano al, Dario Deidda al basso e contrabbasso e Luigi Di Nunzio al sax alto.

 

Non era un film, ma la mia Napoli, capace di creare atmosfere di incanto, ieri, e – grazie a Festival come questo – oggi.

 

 

Ultima tappa della XX edizione del PomiglianoJazz Festival, domenica 13 settembre, Anfiteatro romano di Avella, ore 20 e 30, chiusura col botto con Goran Bregovic.

Editor Review

  • Performance

    0 Punti / 100 Punti

    80 Punti
  • Pubblico

    0 Punti / 100 Punti

    90 Punti
  • Organizzazione

    0 Punti / 100 Punti

    90 Punti
Cover Evento
Tag Evento

Lascia un commento

0 Comments on James Senese – Tullio De Piscopo – Pomigliano Jazz 12/09/15

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>