Iron & Wine – Weed Garden

Data: 9 settembre 2018 |

Album Information

Iron & Wine – Weed Garden

Due anni consecutivi di produzione consacrano il marchio di fabbrica made in USA di Iron & Wine, nome d’arte per Samuel Ervin Beam. 

Weed Garden, uscito il 31 agosto 2018, è un EP apparentemente conseguenziale a Beast Epic del 2017, un lavoro autentico che gli è valso una meritata nomination ai Grammy.

Le sei tracce del nuovo album, aperte dal singolo What Hurts Worse, scorrono sinuosamente e con leggiadria: la voce di Samuel, calda e morbida, accarezza arpeggi di chitarra, combinandosi appropriatamente con i beat di sottofondo della ritmica.

Il genere costitutivo è, di base, il folk, ma un folk d’autore, con striature, diremmo, indie, contestualizzando tal categoria in un panorama squisitamente anglo-americano.

Il progetto di I&W nasce nel 2002, in Florida, con il primo album The Creek Drank the Cradle. La sua musica, sin dagli esordi, si può definire come una personale interpretazione del folk più tradizionale con la particolare innovazione armonica che ha reso più fresco e moderno questo genere. Nel 2004 Samuel si è ritagliato uno spazio importante nella scena indie con l’album Our Endless Numbered Days e il successo mondiale arriva qualche anno più tardi quando alcuni suoi brani vengono utilizzati come colonna sonora di film e serie tv di successo: Passing Afternoon viene utilizzato per il finale di una puntata della serie Dr. House – Medical Division, mentre Flightless Bird, American Mouth è stata inserite tra le colonne sonore del film Twilight.

Riflettendo sulla data d’uscita, il nuovo album scandaglierebbe, a metà tra il malinconico ed il sognante, la fine dell’estate, tra sentimenti provati in passato e speranze da nutrire in futuro; Beam riesce a dipingere con pennellate cariche di colore situazioni, scenari, emozioni: le città salutano l’autunno (Autumn Town Leaves), ed il lungo inverno incombe (Talking to Fog).

Nonostante non compaia alcun elemento degno di nota rispetto l’album precedente, si consiglia l’ascolto di Weed Garden dinanzi una finestra colma di gocce di pioggia, mentre i primi spiragli della nuova stagione appaiono, sarebbe di certo di conforto, come il riutilizzo di una felpa casalinga dopo averla riposta, per lunghi mesi, nell’armadio.

Editor Review

  • Valutazione

    0 Punti / 100 Punti

    60 Punti
Album Cover
Album Tags

Lascia un commento

0 Comments on Iron & Wine – Weed Garden

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>