Ilaria Graziano e Francesco Forni @ Freqency 22/09/17

Data: 23 settembre 2017 |

Foto Information

Ilaria Graziano & Francesco Forni – Freqency

Strumenti a corda, leggende, armonia ed umanità: una serata con Ilaria Graziano e Francesco Forni al Freqency.

Passare la prima sera di autunno partecipando ad un live di Ilaria Graziano e Francesco Forni è il miglior modo di accogliere la stagione dei colori caldi, degli alberi spogli, di un un buon bicchiere di vino rosso prima di dormire.

Sono degli artisti straordinari, interpreti capaci, musicisti talentuosi. Dal loro lavoro di esordio From Bedlam to Lenane (Goodfellas 2012), acclamato dalla stampa come uno dei migliori episodi del 2012 (Il Venerdì de la Repubblica lo definisce “Tra i più bei cd italiani degli ultimi cinque anni”, Blow Up “Un seducente meticciato Folk”, Rumore “Voce incantevole”), al secondo album, Come 2 Me ci cantano di amore, guerra, morte, sogni. La loro estetica, il loro immaginario, i loro paesaggi folk e blues rurali raccontano storie di un’umanità piena di poesia, anche quando grottesca, come Mad Tom O’Bedlam (personaggio di un anonimo poema del XVII secolo) che apre questa serata folk a Pomigliano. Al Freqency, come a molti club dell’hinterland napoletano e casertano, va il grande pregio di proporre serate di questo livello artistico ed -appunto- umano. Poco importa se all’interno del live club si può incontrare qualche avventore disattento e un po’ rumoroso: è umanità, è folk.

Sulle note di Io sono (tratto dall’album Come 2 me – Goodfellas) il pubblico cammina sulla battigia al tramonto come Ilaria Graziano nel (bellissimo) videotape di Massimliano Davoli e “l’anima si espande”, “Rosaspina” (From Bedlam to Lenane) dal vivo è un’esperienza sacra. Questa canzone è la seconda pelle di Francesco Forni, che come un aedo ci porta in nuovi paesaggi narrativi: chitarra divina e parola crudele (“Stammi lontano ed affoga nei rimpianti”), La strada è il manifesto programmatico dell’approccio alla musica e alla vita dei due artisti “Non opporre alcuna resistenza è la legge che permette di restare in equilibrio” , “E nonostante un soldo nella tasca e la mia vita suicida e i traslochi di cartone mi ritrovo un passo dopo l’altro a distendere la vista sulla mia serenità”: le voci di Ilaria Graziano e Francesco Forni sono –come sempre e da sempre- capaci di colpire e far vibrare di swing.

Rosso che manca di sera e Love Sails sono immancabili e rappresentano i due volti dei molteplici di questa unione: strofe serrate, composizione chiara, performance impeccabile, ispirazione lirica.

Quando sono su un palco, poco importa quale sia, lo Sziget Festival, il Divan du Monde di Parigi o il Freqency di Pomigliano, sulla scena andrà avanti uno spettacolo teatrale. Cant-attori che raccontano dei ferri del mestiere di chi vive e sopravvive in un mondo come questo, non sempre bello, quasi mai giusto, ma popolato di pirati, sirene in un universo guidato –tutto sommato- dalle stelle.

Ilaria Graziano e Francesco Forni sono presenti nella colonna sonora, curata da Enzo Gragnaniello, della “Gatta Cenerentola“, presentato all’ultima edizione del Festival di Venezia nella sezione Orizzonti, seconda opera d’animazione scritta e diretta dai creatori di L’arte della Felicità. Con loro, tra gli altri, Foja, Francesco Di Bella, Daniele Sepe, I Virtuosi di San Martino, Guappecartò.

In scaletta è presente anche Na bella vita, scritta da Francesco Di Bella, cantata da Ilaria Graziano nei panni di Angelica.

Editor Review

  • Performance

    0 Punti / 100 Punti

    78 Punti
  • Pubblico

    0 Punti / 100 Punti

    70 Punti
  • Organizzazione

    0 Punti / 100 Punti

    70 Punti
Foto in Evidenza
Tag Foto

Lascia un commento

0 Comments on Ilaria Graziano e Francesco Forni @ Freqency 22/09/17

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>