I Ministri @ Estragon Club 24/10/15

Data: 26 ottobre 2015 |

I Ministri @ Estragon Club Time

Evento Information

A Bologna i concerti non mancano mai, e ce ne sono per tutti i gusti. Una delle date più interessanti del programma offerto dall’Estragon è quella de I Ministri, che per l’occasione sono introdotti da L’officina Della Camomilla e da Edda.

Avevo già ascoltato L’officina tempo fa, e l’avevo trovata spensierata e vivace, ma riascoltarla all’Estragon è stata una nuova scoperta: ho trovato una band più matura e più rock, forse anche grazie al cambiamento di vari membri della formazione originale. Senza dubbio, L’officina è una di quelle band emergenti del panorama indie rock italiano da tenere d’occhio con attenzione. L’altro cantante che introduce il concerto de I Ministri è Edda, con cui facciamo un tuffo nel passato: musica con sonorità hard rock e testi provocatori e aggressivi.

I Ministri - Estragon Club - Fabio MarsegliaAlle 22:10, puntualissimi, I Ministri salgono sul palco, accolti dalla folla urlante. Ogni live è un’esplosione di energia, e anche all’Estragon di Bologna la band ha dato il meglio di sé. Davide Autelitano, Federico Dragogna e Michele Esposito hanno regalato ai duemila spettatori uno show potente e coinvolgente. Il gruppo sta calcando i palchi da nord a sud per promuovere il loro quinto lavoro, Cultura generale, registrato alla celebre Funkhaus di Berlino. Sono proprio i pezzi del nuovo album ad aprire il concerto: Cronometrare la polvere e Balla quello che c’è: il pubblico risponde benissimo a questi primi pezzi, dimostrando di aver apprezzato il nuovo album al pari di quelli precedenti. La performance de I Ministri prosegue con un repertorio bilanciato di brani provenienti da tutta la loro discografia: si continua con Comunque, dal penultimo album, seguono poi Gli alberi e Il sole (è importante che non ci sia) tratti dal celeberrimo Fuori del 2010. La band si scatena ad ogni pezzo, si diverte, e si nota anche che i membri sono emozionati, si esibiscono mettendoci tutta l’anima e questo contribuisce a instaurare un rapporto di empatia con il pubblico. Divi, il cantante, e Dragogna, alla chitarra, tengono benissimo il palco, riuscendo a essere coinvolgenti senza l’abuso di parole e incitamenti triti e ritriti: basta la loro performance esplosiva a riscaldare la folla. Dragogna è un animale da palcoscenico, non si ferma un attimo; Divi ha il carisma della rock star navigata e, per ben due volte, si tuffa sulla folla pogante. La scaletta continua e mescola in maniera riuscita successi vecchi e nuovi brani: la potente Mammut, la più intima Sabotaggi, pezzi tosti come Macchine sportive e la famosa Tempi bui. Dopo Una I Ministri - Estragon Club - Fabio Marsegliapalude, un altro bel pezzo cantabile e intimista, I Ministri riprendono fiato e il pubblico, rispettando la consueta tradizione dei concerti, richiede il bis e viene accontentato poco dopo dalla band che ritorna sul palco con brani potenti come Vivere da signori ed una delle loro canzoni più apprezzabili, Il bel canto. Il concerto si avvicina alla conclusione e la folla si scatena sempre di più sulle note dei brani più famosi del repertorio come Noi fuori, Diritto al tetto e Abituarsi alla fine.

I concerti de I Ministri sono così, degli autentici spettacoli rock: coniugano buona musica live, testi interessanti, musicali ma mai banali e, anzi, impegnati e introspettivi, a performance da rock star, il tutto condito dalla voce di Davide Autelitano.

Editor Review

  • Performance

    0 Punti / 100 Punti

    95 Punti
  • Pubblico

    0 Punti / 100 Punti

    90 Punti
  • Organizzazione

    0 Punti / 100 Punti

    90 Punti
Cover Evento
Tag Evento

Lascia un commento

0 Comments on I Ministri @ Estragon Club 24/10/15

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>