Guignol – Porteremo gli stessi panni

Data: 23 febbraio 2018 |

Porteremo gli stessi panni Track List

Album Information

Guignol – Porteremo gli stessi panni

Le ballate dell’altro

Padre mio, che sei nel fuoco, che brulica al focolare, com’eri una sera di dicembre a predire le avventure dei figli’; così inizia il settimo album dei Guignol, con questa poesia di Rocco Scotellaro, storico scrittore e politico italiano, dalla cui penna è tratto anche il titolo dell’interno album, Porteremo gli stessi panni.

Pubblicato il 23 febbraio 2018 per Atelier Sonique, racconta attraverso una linea folk popolare storie comuni, che si consumano nelle case, nelle trame delle difficoltà quotidiane tanto delle periferie, quanto delle piccole realtà di paese. La band punk blues italiana si è cimentata sempre nel confronto con il colore che sgocciola dalle mura delle realtà che si perdono, delle strade malandate di Milano e dell’Italia. Stavolta per farlo i Guignol abbandonano i toni elettrici, per affidarsi a ballate che ci ricordano la scena rock noir più interessante italiana. Dall’incipit si dilaga l’argomento dei padri, delle madri, dei figli, dei fratelli e i testi di Porteremo gli stessi panni sono accuratamente appropriati per toccare certi temi così delicati e così legati ad ognuno di noi. ‘Finché son vivi, il torto è il loro’, da Sei Fratelli, una frase che racchiude senza metafore la rabbia e, molto più spesso, l’odio viscerale che noi figli nutriamo nei confronti delle scelte dei nostri genitori; ‘Nell’orizzonte stretto che ci piglia, unica fuga del sabato sera, unica scintilla, il bar Calabria e il calcio balilla’ è la descrizione perfetta delle realtà di periferia dove non c’è spazio per nulla di nuovo e in cui siamo costretti a sognare, appunto, il momento per scappar via, forse dallo stesso da cui Pier Adduce vuole fuggire, da quel 1979; una piccola resa, ma grande ripartenza quando ‘Oggi, dopotutto, se il tempo sarà galantuomo, potrai ricominciare di nuovo, dal luogo da dove sei tornato, lì dove tutto era iniziato’; per terminare, così come si è iniziato, con un poesia, sempre di Scotellaro, Pozzanghera Nera 18 aprile, da cui proviene proprio il titolo del disco, in cui si raggomitolano tutti i sensi che evocano i Guignol. Credo che ciò che porta con sé questo album sia un messaggio da più sfumature, di notevole arrangiamento folk, dallo spessore cantautoriale che sottolinea, sicuramente, una certa esperienza che il gruppo può vantare, in attività dal 1999.

Un gruppo che ora assottiglia la consapevolezza e la trasforma in verità, studiando l’incapacità di transfert nelle relazioni familiari, personali e quelle che ci collegano ogni giorno in qualsiasi realtà viviamo.

Editor Review

  • valutazione

    0 Punti / 100 Punti

    70 Punti
Album Cover
Album Tags

Lascia un commento

0 Comments on Guignol – Porteremo gli stessi panni

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>