Giovanni Truppi @ Lanificio 25 13/02/15

Data: 14 febbraio 2015 |

Giovanni Truppi @ Lanificio 25 Time

Evento Information

Uagliò c’hai ‘na sigaretta?”
“Sì, però non dirlo a nessuno”
“Grazie mille, molto gentile!”
“Tieni, è l’ultima!”
“No, se è l’ultima allora no, grazie…!”
“Non è l’ultima, ma non dirlo a nessuno!”

E poi mi sedetti in disparte, accendendo quella sigaretta con un sorriso per godere di tutta la magnificenza che il contesto mi stava offrendo.

Il Lanificio 25 mi ha stregato. Dopo aver superato un corridoio di volte a crociera, arriva un piccolo cortile attrezzato con divani, tavoli e sedie, il tutto sorvegliato dalla cupola e dalla ciminiera del “Lanificio Sava”, storico polo industriale sorto durante la dominazione francese.
L’aria trasuda un atmosfera d’altri tempi, che accoglie chiunque voglia ascoltare della buona musica con il suo profumo antico. Il tutto posto in un vicolo poco visibile a ridosso di Porta Capuana, dal quale non ti aspetti di essere catapultato in un’altra epoca, come un’oasi nel deserto.
E questo prova quanto Napoli, al contrario di quanto ancora si dice, sa anche oggi offrire i suoi tesori, nascosti nella rete di cardi e decumani.

Ad una rapida occhiata, le persone accorse sono almeno 300/350 e sono dei tipi più disparati, rendendo la situazione un vero e proprio melting pot; Sono per la maggior parte accalcate davanti al palco, aspettando l’inizio.
Giovanni Truppi, senza troppe parole, entra in scena irruentemente, accompagnato da un chitarrista e un batterista, e cominciando subito l’esibizione suonando “Stai andando bene Giovanni”, primo pezzo del suo ultimo lavoro “Giovanni Truppi”, il tutto alternato con estratti dei vecchi album.

La sua grinta colpisce me e i suoi numerosi fan, che all’unisono cantano e seguono il suo ritmo. Un’esibizione variegata, che dimostra l’ecletticità di un artista difficile da ascrivere in un genere musicale. Si passa dalle dinamiche toste di “Superman” a quelle più morbide e dolci di “Eva”; anche se, forse per l’acustica e per la line-up, un po’ diverse rispetto a quelle dell’album.
I testi sono semplici, immediati e prendono spunto dalla realtà di tutti i giorni, così come le tematiche affrontate, con una marcata accuratezza per quanto riguarda la metrica.

Complessivamente un incastro perfetto, che prova quanto Giovanni Truppi sia un cantautore abilissimo a tradurre su carta “Tutto l’Universo” che ha in testa. E, sicuramente, ci aspettano ancora tanti altri successi.

Editor Review

  • Performance

    0 Punti / 100 Punti

    70 Punti
  • Pubblico

    0 Punti / 100 Punti

    75 Punti
  • Organizzazione

    0 Punti / 100 Punti

    75 Punti
Cover Evento
Tag Evento

Lascia un commento

0 Comments on Giovanni Truppi @ Lanificio 25 13/02/15

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>