Abbiamo provato a vedere i Foja alla Casa Della Musica

Data: 10 gennaio 2016 |

Abbiamo provato a vedere i Foja alla Casa Della Musica Time

Evento Information

Quella volta in cui ho cercato di vedere il concerto dei Foja è stata forse una delle serate più belle della mia vita.

E’ cominciato tutto con la ricerca di un parcheggio: ero sicuro che non ci sarei mai riuscito, ma poi fortunatamente l’ho trovato proprio lì, a giusto 500 metri dalla sala concerti in cui si sarebbe esibito quello che sembra essere il gruppo napoletano del momento, i Foja. Appena sceso dalla macchina avevo notato che qualche cosa non andava, il quartiere era invaso da tantissime persone, ma pensavo che fosse normale, dato che era sabato sera e che nelle vicinanze c’è un cinema e un circo, quindi cercavo di rassicurarmi e dirmi “Tranquillo, andrà liscia come l’olio”, ma sapevo che il bello doveva ancora arrivare.

Una volta girato l’angolo la sorpresa è stata enorme, ma forse dovevo immaginarlo: una fila di 500 metri era li pronta ad aspettare che i controlli si velocizzassero e facessero entrare tutti prima delle 23:30, orario in cui si sarebbe potuto entrare solo comprando il biglietto ( 15 € ndr. ). Ci abbiamo pensato molto, io e i miei amici, poi abbiamo deciso di metterci in fila, “Almeno passiamo la serata”, ed in effetti non è stato tanto male: abbiamo conosciuto tantissima gente e abbiamo addirittura pensato di aver incontrato il padre di Dario Sansone, frontman dei Foja. Era un uomo sulla cinquantina, non molto alto, calvo e con la maglia della band napoletana. Tra l’altro gli assomigliava tantissimo: quando mi sono avvicinato per domandargli se veramente fosse imparentato con il cantante, mi ha raccontato che quella era la prima volta che veniva a vedere il gruppo dal vivo e che era si era appassionato alla band da quando la figlia quindicenne, che era al suo fianco, glieli aveva fatti ascoltare. Diceva che quella sonorità così napoletana e romantica lo portava altrove con la mente, facendogli ricordare momenti della sua giovinezza. E’ stato bellissimo parlare con Carlo, perché a questi concerti è difficile incontrare persone adulte, a meno che non siano venute ad accompagnare i figli e che quindi avrebbero passato la serata in disparte con tanto di musi lunghi. Questa volta era il contrario: la figlia aveva accompagnato il padre e per di più lo aveva fatto innamorare della musica dei Foja, trasportandolo piano piano nel suo universo. Ci ha confessato che il prossimo passo sarebbe stato fargli ascoltare La maschera, Tartaglia & Aneuro, Sabba e Gli Incensurabili e tutti gli artisti che stanno riempiendo piano piano quel vuoto che si era creato nel cantautorato napoletano.

foja casa della musica napoli_music coast to coast

Fatte le 23:15 la fila sembrava ancora lunga e noi di certo non volevamo pagare un biglietto così caro. Il più ricco tra noi aveva 13€ e dovevano servire per comprare anche le sigarette, quindi decidiamo di fare dietro front, prendere le bottiglie di vino dallo zaino e divertirci come sappiamo meglio fare: su un muretto con gli amici.

Foja, anche se non siam riusciti a vedervi, ci avete fatto divertire tantissimo, a presto.

A’ ciorta gira comme o’ viento

e nun ce lasse maje sta quiete

comme me ne jesse aret’.

Editor Review

  • Attesa

    0 Punti / 100 Punti

    100 Punti
  • Divertimento

    0 Punti / 100 Punti

    85 Punti
  • Gente conosciuta

    0 Punti / 100 Punti

    85 Punti

Lascia un commento

0 Comments on Abbiamo provato a vedere i Foja alla Casa Della Musica

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>