Elisa Rossi @ Magazzini Fermi 19/05/17

Data: 21 maggio 2017 |

Spiritualità ed eleganza immersi in una voce femminile Time

Evento Information

Elisa Rossi @ Magazzini Fermi

Spiritualità ed eleganza immersi in una voce femminile.

Elisa Rossi torna ad Aversa, una città che le ha riconosciuto il merito della propria arte. Qui infatti la cantante ha vinto il Decimo Premio Bianca D’Aponte con il brano Pensi sia possibile (2014).

Sono molto legata ad Aversa perché mi ha regalato un nuovo slancio – dice Elisa dal palco – è qui che ho cambiato il mio modo di vivere la musica.

Il live di Elisa Rossi inizia intorno alla mezzanotte. L’ambiente dei Magazzini Fermi è minuto, intimo e inspiegabilmente povero di pubblico. Si tratta dell’unica nota dolente della serata che non influisce però sulla performance della cantante.

Elisa sale sul palco indossando un raffinato e leggero vestito rosso. Sul braccio sinistro ha un tatuaggio colorato che raffigura la pittrice Frida Kahlo. La accompagnano due musicisti che suonano rispettivamente batteria, chitarra e synth. La Rossi si impossessa immediatamente del palco mostrando padronanza e capacità di espressione insieme ad un senso di equilibrio e movimento attraverso gli spazi.

Il live è caratterizzato dalle altissime note che la cantante raggiunge con la propria estensione vocale. Una magnificenza dell’ascolto che viene fronteggiata a livello comunicativo soltanto dallo sguardo intenso che Elisa assume durante l’esecuzione dei brani. Occhi scuri, profondi che raccontano una storia intensa. Il palco è meravigliosamente accogliente e confidenziale. La sintonia dei tre elementi si lascia andare in un abbraccio di luci soffuse e giochi di colori effettuati da tre linee di gocce illuminate che cadono sulla parete retrostante. L’esibizione è estremamente eterea, metafisica. L’artista ci presenta brani di Eco e dei suoi precedenti album come Ho ucciso la notte, una canzone che viene eseguita con singhiozzi di sospiri. Dolci vocalizzi si espandono attraverso le sue labbra che si concludono in un respiro vocale lunghissimo accompagnato dal battito di un tamburo.

La resa acustica della sala non è perfetta, un riverbero sonoro alternante infastidisce infatti Elisa nel mezzo del live. Metallo è introdotta da una energica sessione di batteria ammorbidita dalla dolcezza del canto. Da questo istante il live si allarga, si espande verso una combinazione di energie vibranti e crescenti. Elisa appare timida e molto rispettosa del pubblico con il quale dialoga durante l’intera performance. Sofiice è eseguita con una sovrapposizione di suoni registrati con il sintetizzatore. Echi di voce femminile accompagnano il brano generando un turbine di suoni e parole. La sobrietà dello spettacolo è disarmante, fedele. Niente è per sempre è cantata con energia comunicativa e un leggero velo di malinconia.

Il viaggio nel Dream Pop metafisico della Rossi arriva al porto de I giganti. Il brano ci viene presentato in una versione parzialmente diversa rispetto a quella dell’EP Eco. Vibrazioni conferiscono potenza all’artista che sconfigge così i giganti della nostra esistenza.

Elisa lascia il palco per qualche secondo, ritorna ed esegue una sensibile versione acustica di Pensi sia possibile. Chitarra e voce generano un’atmosfera eterea e melodrammatica. Ologrammi paralleli ruotano attorno al palco. L’introspezione regna sovrana. Il concerto si conclude con Da qui. La cantante saluta il pubblico con delicatezza, armonia. Sembra una foglia trasportata dal vento.

Il live di Elisa Rossi è raffinato, morbido e spirituale. Permette allo spettatore di uscire dalla propria dimensione terrena, dal proprio corpo. Lo spirito abbandona le nefandezze per lasciarsi trasportare da un senso di immensità. La realtà diventa un cerchio dorato dove è piacevole giacere per sempre.

 

Foto fonte: Instagram

Editor Review

  • 0 Punti / 100 Punti

    70 Punti
  • 0 Punti / 100 Punti

    55 Punti
  • 0 Punti / 100 Punti

    55 Punti
Cover Evento
Tag Evento

Lascia un commento

0 Comments on Elisa Rossi @ Magazzini Fermi 19/05/17

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>