Eivind Aarset Quartet @ Pomigliano Jazz 06/09/15

Data: 8 settembre 2015 |

Eivind Aarset Quartet @ Pomigliano Jazz Time

Evento Information

Eivind Aarset Quartet ai Conetti Vulcanici del Carcavone, Pollena Trocchia si tinge di rosa.

Continuano le emozioni al PomiglianoJazz.

Se l’anno scorso Pollena Trocchia ci aveva regalato un tramonto speciale sul terrazzo di Villa Cappelli, incantandoci con la performance del progetto Locus Mood, quest’anno, domenica 6 settembre, non è stato meno intenso immergersi nella naturalistica atmosfera dei Conetti Vulcanici del Carcavone.

Il Festival conferma, tappa dopo tappa, la volontà di offrire al pubblico la possibilità di conoscere, complice la magia della musica e la curiosità di ascoltare artisti di fama internazionale, preziosi siti della nostra tradizione culturale. Ci troviamo così, dopo l’escursione guidata (curata dall’associazione Liberi Pensieri) lungo tutta l’area naturalistica, seduti su una distesa verde. In lontananza il tramonto, tutto intorno gli alberi, di fronte il palco. Il prato è tappezzato di cuscini, la gente prende posto; qualche anno fa nello stesso punto giacevano tonnellate di rifiuti. Occupiamo con entusiasmo e sete di musica il cuore di una discarica completamente recuperata e sottratta alla malavita.

Sono passate da poco le 18.00, gli artisti si dispongono sulla pedana, siamo incuriositi.

Il concerto ha inizio, è un viaggio particolare quello dell’Eivind Aarset Quartet, onirico e totalmente diverso dagli appuntamenti precedenti firmati PomiglianoJazz. A tratti meditativo, intimo, intenso, difficile da etichettare, come l’intero percorso del chitarrista norvegese, componente di diverse formazioni e grandissimo avanguardista. Aarset fa jazz non facendo jazz, c’è molto di elettronico nel suo stile, così come nei passaggi affidati ai suoi colleghi, fantastici visti così, con questa meravigliosa cornice; Nicolai Hængsle Eilertsen al basso, Wetle Holte alla batteria ed Erland Dahlen ancora alla batteria.

Un’ esecuzione ricca, col tocco particolare della tecnologia, di suoni nuovi e mille, mille sfumature. Due ore intensissime, tra bis ed applausi. Un trip incalzante e mai fastidioso. Un appuntamento generoso con la sperimentazione e la contaminazione. Aarset lascia un segno forte, come questo caloroso pubblico e il verde. Tanto verde riconquistato per dar voce all’arte. Il viaggio mentale è finito, speriamo sia solo un arrivederci. C’è gente che ritiene la musica si possa solo ascoltare, a noi piace anche guardarla ed il PomiglianoJazz è l’occasione ideale.

“Quando non sai cos’è, allora è jazz!”

Next stop martedì 8 settembre, a Casoria, alle 18.30 visita al Museo di Arte Contemporanea CAM (da prenotare), a seguire, ore 20.30, Arundo DonaxPlace Is The Space, coreografie di Gabriella Stazio, al Parco delle Arti. Per concludere, Don Pasta | Cookin’ Dj Set – Food Remixes.

Editor Review

  • Performance

    0 Punti / 100 Punti

    80 Punti
  • Pubblico

    0 Punti / 100 Punti

    90 Punti
  • Organizzazioe

    0 Punti / 100 Punti

    80 Punti
Cover Evento
Tag Evento

Lascia un commento

0 Comments on Eivind Aarset Quartet @ Pomigliano Jazz 06/09/15

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>