DubStone On The River 2016 – Day 3

Data: 28 agosto 2016 |

DubStone On The River 2016 - Day 3 Time

Evento Information

DubStone On The River – Fader’n’Fathers/Mexican Stepper/Dub Engine/Wicked & Bonny/Loba/Djiman/Sunweed/Social Bass

Che atmosfera al DubStone!

Pensavo intensamente, di ritorno dal DubStone. Pensavo al Cilento e ai suoi magnifici paesaggi. Pensavo al fiume Calore e alle sue acque cristalline. Pensavo ai sorrisi smaglianti della gente che ho incontrato all’area pic-nic di Sant’Agata, scenario del festival. Pensavo alle vibrazioni potente ed ipnotiche e all’amore condiviso durante la serata. Soprattutto, pensavo al destino di questa terra tanto bella quanto sfortunata, costretta a vedere i suoi giovani emigrare e i paesi spopolarsi.

Riesco a raggiungere il festival soltanto nella giornata di sabato, la terza. Non avendo avuto tanto tempo libero è quasi un obbligo lasciarsi andare assaporando ogni singolo istante che si trascorre lontano dalla quotidianità. Montata la tenda, mi sono quindi immediatamente diretto verso il fiume per godere degli ultimi raggi di luce con i piedi a mollo. Mi giro e vedo, maestosi e solenni, i monti Alburni. Una straordinaria sensazione di quiete mi pervade. “Sembra di ritornare allo stato primordiale” annuisce un tipo al mio fianco. Soltanto con il calar delle tenebre decido di ritornare al campo base. In fondo è soprattutto lei, la musica, la protagonista della serata.

Sono ben quattro i sound montati per il festival: in riva al fiume troneggia Social Bass con la sua allegra ciurma di pirati; poco più in là, Bruciatown Fa Mass, Sunweed, storici sound campani, e l’impeccabile Djiman, direttamente dalla Svizzera, delimitano la yard principale. Un impianto, quest’ultimo, talmente pulito e preciso che sembra essere uscito direttamente dall’Ikea!

Giusto il tempo di digerire la cena che si parte con lo steppin’ di Loba e del Moksha Sound. Si continua a ballare e saltare con i trentini Wicked & Bonny, che avevo già avuto il piacere di ascoltare la scorsa estate all’Overjam. Prestazione gagliarda, la loro, con una menzione speciale per l’instancabile mc dagli occhi spiritati.

Quando i ritmi sincopati ed i bassi martellanti diventano ancora più fitti e allo stesso tempo distorti, capisco che in consolle si sono insediati i Dub Engine, duo bolognese che ha fatto della psychosteppa la propria arma di battaglia. “Per me sono gli artisti musicalmente più interessanti del programma di stasera – dice Javier Serrano, in arte Mexican Stepper. “Està increìble aquì” aggiunge con un largo sorriso. Effettivamente, l’atmosfera si è fatta più intensa, magnetica, la gente è su di giri, e i Dub Engine sono perfettamente a loro agio in questo folle vortice di persone felici e saltellanti che trasmettono le proprie vibrazioni anche ai tronchi degli alberi. Davvero difficile raccontare quei momenti, quando basta poi un semplice sguardo per intendersi. Nemmeno la drum & bass dei Fader’n’Fathers riesce a far evaporare l’adrenalina dai corpi sudati.

La luce fa capolino tra le foglie, illuminando i volti soddisfatti di chi ha danzato senza soste; è arrivato il momento di ritornare sulle rive del fiume.

Ecco, pensavo un’ultima cosa sulla via del ritorno. Pensavo che eventi di chiara estrazione underground come il DubStone o il Rockers Calore Festival, capaci di portare artisti internazionali nel cuore del Cilento ed attrarre un pubblico numeroso e variegato da tutta la penisola, possano essere un punto dal quale ripartire per riscoprire e valorizzare l’entroterra della provincia di Salerno, creando una rete ed un circuito turistico-culturale attivo tutto l’anno in grado di offrire maggiori opportunità ai cilentani e, perchè no, anche la possibilità di restare.

Support your local festival! Underground is the way!

 

Foto: Elena Giorgini

Editor Review

  • Performance

    0 Punti / 100 Punti

    80 Punti
  • Pubblico

    0 Punti / 100 Punti

    85 Punti
  • Organizzazione

    0 Punti / 100 Punti

    75 Punti
Cover Evento
Tag Evento

Lascia un commento

0 Comments on DubStone On The River 2016 – Day 3

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>