Dish-is-Nein – Dish-is-Nein

Data: 27 gennaio 2018 |

Album Information

Dish-is-Nein – Dish-is-Nein

Il punk rock italiano non è più un ricordo, è risorto!

Dish-is-Nein è il progetto discografico prodotto dalla Contempo Records che rappresenta la metamorfosi della band Disciplinatha. Con un EP di sei brani la formazione (parzialmente iniziale), composta da Cristiano Santini, Dario Pansini e Marco Maiani, si impone con veemenza all’interno della proposta discografica italiana di questo inverno.

I Disciplinatha si formano nella provincia di Bologna negli anni ’80. La loro produzione suscita scalpore ed eccitazione in un pubblico che in quegli anni non era ancora pronto per ascoltare un punk rock in lingua italiana. L’approccio comunicativo della band è molto simile a quello dei CCCP. Didascalico, estremista e profetico, il messaggio dei Discliplinatha si arricchisce di performance live visionarie che contribuiscono alla resa di una comunicazione di massa. I loro spettacoli sono progettati tramite la costruzione di una scena multimediale. Tre formazioni, due EP, due album e due raccolte segnano la storia della band fino alla fine degli anni ’90. Lo scioglimento ufficiale avviene nel ’97.

La Chiave Della Libertà apre l’EP con una commistione di note profetiche impreziosite dalla sublimazione del coro alpino di Monte Calisio. Frammenti di puro rock si dispongono su linee parallele che imprigionano la nostra attenzione. “Il tempo viene meno, la vita come perdita di stile… le forme, le funzioni sono finite”. La processione della rinascita musicale avanza tra le strade buie della coscienza umana. Suoni elettronici si cristallizzano in icone nuove, avanguardiste. Il messaggio che ne traspare è sociale, esistenziale, contemporaneo.

L’ultima notte prosegue l’escursione nelle lande abbandonate dello spirito. Il coro degli alpini di Monte Calisio accompagna per mano il canto individuale che, espresso in modalità contrapposta, funge da narratore interno. Non ci sono più nascondigli in cui rifugiarsi, il buio si sta lentamente dissolvendo: “Inferno dentro risplende di trionfali indifferenze. Impotenti, resistere sembrava fuori luogo. Consolante che manchi così poco”. Batteria e chitarra generano un vortice di affascinanti sonorità nel mezzo della canzone. Urla di note si liberano nell’atmosfera, spinte dalla delicatezza di un pianoforte.

Match Frei è uno specchio che riflette le più eccellenti espressioni dei Disciplinatha. Armonizzazioni avvolgono un sound che declama l’assenza del futuro. Il Padre Nostro recitato (in latino) dall’ex Papa Ratzinger conclude una liberatoria espressione dell’horror vacui che caratterizza la nostra epoca. La chitarra sembra l’unica fiamma che riesce a continuare a splendere all’interno di una forma così labile. “No future for me…”.

Eva è una donna che partorisce forme di adrenalina. Valeria Cevolani, storica voce femminile della band, impreziosisce il brano. “Parole sepolte diventano una lancia… il mio Paese è un cimitero. Voi di qua, Dio di là la vostra libertà”. Un incessante ed euforico ritmo caotico si imprime nei nostri timpani. “La Primavera è finita ma forse la vita comincia da qui. Eva… non sei più tu”.

Abbiamo pazientato 40 anni. Ora Basta! apostrofava il titolo del primo album dei Disciplinatha. Noi, invece, abbiamo atteso un tempo indecifrabile prima di poter ascoltare ancora la loro musica. Rigenerata in forme nuove mai traditrici della verve iniziale, la sonorità di Dish-is-Nein riecheggia sulle pareti di una discografia nostrana in forte crisi di identità. Scoprire che il punk rock italiano non è morto ci infonde fiducia verso il futuro della musica nazionale. Dish-is-Nein non è un lavoro anacronistico, non è diretto ad un preciso gruppo di ascoltatori che vivono ancora proiettati nel passato. È invece una pretesa di miglioramento, di cambiamento per tutti gli artisti che vogliono esprimere al massimo il proprio potenziale, per tutti i cultori della musica che sono saturi di un mercato che premia l’inadeguatezza espressiva.

Ascoltare l’EP Dish-is-Nein almeno una volta al giorno, questa è la ricetta. Fatelo fino a quando non sentirete crescere in voi un senso di appagamento misto a curiosità per la scoperta di nuovi orizzonti delle note.

Editor Review

  • Valutazione

    0 Punti / 100 Punti

    80 Punti
Album Tags

Lascia un commento

0 Comments on Dish-is-Nein – Dish-is-Nein

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>