Con “Arrivedorci” a Sanremo, Elio e Le Storie Tese mettono il punto (e virgola)

Data: 17 gennaio 2018 |

L’ultimo album degli Elii è annunciato per questo mese.

Nell’attesa del nuovo album e della loro performance al Teatro Ariston, ricordiamo le parole di Elio e le Storie Tese alla conferenza stampa di Addio di dicembre, con non poche anticipazioni sul Festival di Sanremo, ormai alle porte.

“Sciogliersi è così bello, genera talmente tanto entusiasmo che dovremmo farlo ogni anno”

Tutta la conferenza si svolge all’insegna della per nulla velata ironia del gruppo milanese. Ai microfoni rispondono Faso, Elio, Christian Mayer e Jantoman. Rocco Tanica non è presente perché è l’unico a dissociarsi dallo scioglimento, nonché il solo a non volersi esibire sul palco. Uno dei tanti paradossi della band, unica nel suo genere. Come dicono loro:

“L’importante è dare vita a storie che siano diverse da tutte le altre, come la nostra”

“Siamo una band senza conservanti, naturale e in atmosfera modificata, dovete mangiarci entro il 30 giugno.”

Così Faso si riferisce alla data finale del Tour d’Addio.

Al giornalista che allude ad una preparazione quantomeno durata un paio di mesi, per registrare “Arrivedorci”, brano che porteranno a Sanremo, Elio dà una risposta dissacrante:

“Come dice Gioachino Rossini prima di comporre un ouverture, il giorno ideale per farlo è quello prima della prima, mentre il tuo produttore si spara.”

“Arrivedorci” come quello pronunciato da Stanlio e Olio, che salutavano tutti, ma in realtà non se ne andavano mai. A tal proposito Elio rassicura:

“Tranquilli che ci vedrete ancora, siamo creativi e vogliamo continuare ad esserlo. Questo scioglimento deve essere un nuovo stimolo”.

La partecipazione al festival sanremese non è altro che un bel modo di mettere il punto (e virgola) alla storia della band.

“Ci piace stare sul palco dell’Ariston, non pensiamo a come ci classificheremo. Se siamo arrivati due volte secondi è stato per errore del pubblico”.

Infine cercando di scoprire qualche indiscrezione sui contenuti e lo stile della canzone, gli Elii mettono al proprio posto il giornalista, rammentandogli che non possono fare ciò che non sono.

Dopo quattro anni, intanto, gli Elio e le Storie Tese annuncia l’atteso nuovo album intitolato The Deconstruction, disponibile dal 6 aprile su E Works/[PIAS]. La band ha anche svelato la title track e le date del nuovo tour. L’album sarà disponibile in digitale, su cd, doppio vinile 10” e in edizione limitata con un cofanetto contenente due vinili 12”.

Registrato al The Compund di Los Feliz e al The Pie di Pasadena, California, The Deconstruction vede tra i collaboratori E, Koool G Murder, P-Boo e la The Deconstruction Orchestra & Choir. L’album è stato prodotto dal frontman E e da Mickey Petralia, per la prima volta alla produzione, dal secondo album del 1998 Electro-Shock Blues.

Il frontman E (Mark Oliver Everett) ha detto riguardo al nuovo album:

“Abbiamo scritto 15 nuove tracce che possono o non possono sembrarvi rock. Il mondo sta impazzendo. Ma se cercate bene, c’è ancora tanta bellezza da trovare. A volte non devi neanche cercarla. Altre invece devi provare a renderla tua. E poi ci sono delle volte in cui devi strappare qualcosa a metà per trovare la bellezza all’interno.”

 Da fine maggio la band sarà in tour in America e Europa. Scopri tutte le date sul sito ufficiale della band http://www.eelstheband.com/

Aspettiamoci di vederli in tutta la loro essenza: unici, irriverenti e senza fine. Arrivedorci!

Featured Image
Post Tags

Lascia un commento

0 Comments on Con “Arrivedorci” a Sanremo, Elio e Le Storie Tese mettono il punto (e virgola)

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>