Carmona Retusa – Solo un pò di terra e un albero sopra

Data: 29 marzo 2018 |

Album Information

Carmona Retusa – Solo un pò di terra e un albero sopra

Avete presente quei film giapponesi un po’ cyberpunk di cui Tsukamoto si fa portavoce? Se non li avete presente vi rimando al film Tetsuo, cult movie del 1989 la cui colonna sonora ben rappresenta il disagio della società, l’alienazione e gli ambienti claustrofobici. Potreste pensare: “Cosa centra questo con la recensione?” Centra perché l’album di cui andremo a parlare richiama alla mente questo film da un punto di vista di ambientazione claustrofobica e disagiata. Non a caso alcune scene sono state utilizzate per il primo videoclip di questa band. Il gruppo in questione sono i Carmona Retusa.

La giovane formazione torinese il 9 marzo ha sfornato un disco la cui chiave sonora è “il rumore”. Solo un po’ di terra e un albero sopra è stato pubblicato per Vollmer Industries, Brigante Record e Rodomonte dischi. Il quartetto propone venticinque minuti di post hard-core parlato in italiano per esaltarne maggiormente le sensazioni di durezza ed amarezza dei testi, nonché il delirio che il tappeto sonoro produce. Ma andiamo con ordine. L’album si compone di nove tracce il cui filo conduttore è l’accettazione: della malattia (Scavato), della fine di una relazione (Carne), del fatto che non si può tornare indietro e che ognuno si porta dietro le proprie scelte (Pazienza e Risposta). Questa accettazione gridata, urlata anche in modo violento, ma che in fondo è un primo passo per la redenzione. Il muro sonoro, costituito da chitarre ossessive e pesanti, basso costantemente distorto e un forte utilizzo dei crash, crea un’ambientazione noise dove ben si inserisce “l’urlato” del cantante che a tratti sembra rabbioso e a tratti beffardo.

Ci sono delle chicche in questo album degne di nota: sia il titolo che la traccia iniziale (Pazienza) sono un omaggio al grande fumettista Andrea Pazienza. Le prime due tracce (Pazienza e Risposta) sono una sorta di botta e risposta tra un figlio e una madre e questa specie di dialogo racchiude un po’ tutto il mood emotivo e musicale dell’intero album. L’ultima chicca è l’artwork ad opera di Chiara Fucà la quale esprime in modo surreale il mondo schizofrenico del quartetto.

Per chi soffre di claustrofobia il disco non è affatto consigliato ma se cercate un album devastante e scioccante, premete play e… benvenuti nel mondo delirante dei Carmona Retusa.

Editor Review

  • Valutazione

    0 Punti / 100 Punti

    60 Punti

Lascia un commento

0 Comments on Carmona Retusa – Solo un pò di terra e un albero sopra

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>