Carmen Consoli @ Settembre / Prato è spettacolo

Data: 5 settembre 2016 |

Prato è spettacolo festeggia il compleanno di Carmen Consoli Time

Evento Information

Settembre / Prato è spettacolo – Carmen Consoli

Carmen Consoli e “L’abitudine di tornare” Tour a Prato per l’unica data toscana.

Il quarto incontro del Settembre / Prato è spettacolo mi ha dato la possibilità di scoprire le velleità della splendida Carmen Consoli, che, seppure non ha riempito Piazza del duomo di Prato come era invece avvenuto per la Nannini e Bregovic, è riuscita a creare un’intimissima atmosfera, densa sia per il sentito affetto dei fan, stavolta un po’ meno giovani e un po’ più seri, sia per la profondità di testi e interpretazione.

Ad aprire il concerto della “cantantessa” siciliana c’è Valeria Caliandro, in arte Vil Rouge, pianista e cantautrice pratese, che con un’elegante performance voce e piano, spaziando dal pop a qualche pezzo più jazzato, fa entrare il pubblico nel suo Immacolato caos (album uscito per la Horus Music Group nel 2011). L’esibizione dell’artista intenerisce e crea la giusta atmosfera per l’arrivo della Consoli, accolta da palloncini colorati e un “Tanti auguri a te” intonato dalla folla: scopro così che è il suo compleanno.

Subito dopo aver salutato e ringraziato il pubblico per la caldissima accoglienza, parte A’ Finestra, pezzo in dialetto catanese, dalla matrice popolare sia per testo che arrangiamento, impreziosito dal violino e violoncello di Adriano Murania e Claudia Della Gatta. Già dalla prima canzone la cantautrice si distingue per serietà e intensità: abbraccia la chitarra, canta con forza, mantiene la propria posizione sul palco con raffinata sobrietà. Nonostante la musica della Consoli non sia propriamente fatta per ballare, il pubblico si scatena comunque sulle note di Fiori d’arancio e Sintonia imperfetta, pezzo per il quale la cantante lascia la chitarra, lanciandosi in una più cantautorale interpretazione, piena di dignità e un pizzico di rabbia, premiata da un densissimo applauso, ancora più carico per il pezzo successivo: Blunotte.

L’energia aumenta verso la fine del concerto, scopro con piacere la genialità del testo di AAA Cercasi, mentre il pubblico si diverte e agita preso dal freschissimo arrangiamento. Il live sembra apparentemente essersi chiuso su Venere, ma richiamata dai fan e seguendo la consuetudinaria scaletta, la Consoli esegue ben due bis: il primo con l’intera band (di cui mancavano all’appello la batterista Fiamma Cardani e la bassista Luciana Luccini) con la quale esegue gli ultimi pezzi tra cui Amore di plastica, richiestissima tra le fila del pubblico già prima dell’inizio del concerto; per il secondo bis, invece, la Consoli si accompagna del solo Massimo Roccaforte, chitarra e spalla della cantante da quasi trent’anni, così come lei stessa afferma sul palco prima di attaccare con Quello che sento.

Il concerto si chiude con L’abitudine di tornare, brano omonimo dell’ultimo album e del tour cominciato nel Gennaio 2015, pezzo dopo il quale, cosa rara, la cantante ringrazia, nome per nome, tutti i tecnici che hanno reso possibile la sua esibizione, curando nei dettagli audio e luci, per uno spettacolo perfettamente studiato e quindi riuscito.

 

Foto fonte: Facebook

Editor Review

  • Performance

    0 Punti / 100 Punti

    80 Punti
  • Pubblico

    0 Punti / 100 Punti

    75 Punti
  • Organizzazione

    0 Punti / 100 Punti

    80 Punti
Cover Evento
Tag Evento

Lascia un commento

0 Comments on Carmen Consoli @ Settembre / Prato è spettacolo

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>