Blank Banshee @ Locomotiv Club 28/09/2017

Data: 29 settembre 2017 |

Blank Banshee e la vaporwave Time

Evento Information

Blank Banshee @ Locomotiv Clu

Blank Banshee e la vaporwave.

Schizofrenia sonora: un’ora o poco più, davanti a dei synth e ad un mac, a ritagliare, campionare, riassemblare pezzi vecchi con suoni nuovi, il tutto tenuto insieme da un beat basso, quasi mai assente, a tratti accelerato e meno cupo, altre volte rallentato e più in profondità: questa è la vaporwave e la serata di Blank Banshee, ieri sera al Locomotiv Club di Bologna, ne è stata chiara testimonianza.

Si tratta di un genere musicale giovanissimo, in cui l’elettronica diventa un tutt’uno con l’estetica. Il sound, caratterizzato da sincopate sonorità che richiamano un po’ l’ambient, un po’ Aphex Twin, frutto di un uso massiccio di campionamenti, è condito da video, a creare un’estetica che da molti è stata definita un’ironica critica al capitalismo e ai suoi prodotti. Il nome stesso pare derivare dal Manifesto del Partito Comunista di Marx, nella frase “tutti i solidi si sciolgono nell’aria”. Artificiosa profondità, quindi, in quanto il packaging sembra prevalere, ma poi l’artista vaporwave, Blank Banshee stesso, con la musica ci gioca, perché, se non altro, la conosce bene.

Giovane anche il pubblico, ovviamente, come lo è un genere che considera l’universo musicale elettronico degli anni 90 storia. Educatamente tutti hanno ballato, un po’ anche gioito, nonché provato a richiamare sul palco Banshee che, forse, ha soddisfatto poco, visti i tempi limitati del suo show e data anche l’assenza di artisti in apertura e chiusura della serata. D’altronde una maschera come quella dell’enigmatico artista canadese non può permettere di stare a lungo sul palco senza che non arrivi una forte carenza d’ossigeno. D’argento brillante, chiusa dal cappuccio della felpa nera, la maschera dell’artista ne condizionava i movimenti, ancora più robotici, ancora più digitali. Indispensabile in uno show siffatto, così come i video, di quelli che si facevano con i primi programmi di grafica 3D: figure umane di cubi giustapposti, paesaggi costruiti con pochi pixel e colori fluo, ideogrammi a cornice, porte e finestre della percezione (!), lucenti cascate di cubi colorati ad inghiottire il dj, stralci di finestre windows in loop. L’unico cenno umano, l’inserimento di un frame da un filmato in cui un uomo mascherato imbraccia un fucile a pompa, poco minaccioso, probabilmente da Paintball.

Uno show, dunque, di cui si può criticare l’artificiosità, ma è proprio l’essere stato marcatamente fake, così come lo può essere la vaporwave, che lo rende autentico, in quanto voluto, cercato e, ieri sera, esibito.

 

Foto fonte: Instagram

Editor Review

  • Performance

    0 Punti / 100 Punti

    70 Punti
  • Pubblico

    0 Punti / 100 Punti

    70 Punti
  • Organizzazione

    0 Punti / 100 Punti

    71 Punti
Cover Evento
Tag Evento

Lascia un commento

0 Comments on Blank Banshee @ Locomotiv Club 28/09/2017

Lascia un Reply

Ti va di lasciare un commento?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>